Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

AVRA' L'ULTIMA PAROLA

Orario Siena-Napoli, ora tocca alla Prefettura


Orario Siena-Napoli, ora tocca alla Prefettura
08/02/2012, 10:02

Le previsioni meteo mettono i brividi: un grado sotto lo zero e il 46% di rischio neve, all’orario del fischio d’inizio. Ma non ha ancora fatto breccia la richiesta per un anticipo al pomeriggio, nonostante il pressing congiunto di Siena e Napoli sulla Lega. La sfida di domani al Franchi, semifinale d’andata di Coppa Italia, dovrebbe dunque cominciare alle 20.45. Salvo colpi di scena in extremis.

L’ultima parola spetterà oggi alla Prefettura, che vigila sull’ordine pubblico e sugli sbalzi della temperatura. Al momento però hanno avuto la meglio gli interessi economici. La diretta tv in chiaro in prima serata (su Rai 1) garantisce maggiore audience e incassi pubblicitari: di più quando giocano gli azzurri.Il Napoli dovrà farsene una ragione e si sta già attrezzando per limitare i danni, perlomeno dal punto di vista logistico.

È pronto il piano di viaggio: partenza con un volo charter per Firenze e poi il breve trasferimento con il pullman fino a Siena (70 chilometri), per dribblare l’ostacolo della neve. Programma identico pure per il rientro alla base, dopo la partita di Coppa Italia, tenendo conto che lunedì si giocherà il posticipo di campionato contro il Chievo al San Paolo. Sempre di notte (20,45). È un calendario da brividi.

Non sta messo meglio il Siena, che sta avendo difficoltà anche per allenarsi. «Vogliamo giocare alle 18, speriamo che in extremis qua prevalga il buonsenso», ha detto a radio Kiss Kiss il ds Perinetti. Ma i toscani, nonostante il turnover programmato dall’allenatore Giuseppe Sannino, sono decisi comunque a giocarsi le loro chance e a vendere cara la pelle. Anche di notte. «Ci siamo meritati questa semifinale, andare in campo sarà emozionante». Le tensioni saranno soprattutto dalla parte del Napoli, indietro in campionato e costretto a inseguire l’Europa proprio attraverso la Coppa Italia, che in questo momento ha la priorità assoluta. La trasferta di Siena è diventata un crocevia, per gli azzurri. Sarebbe importante mettere subito un’ipoteca sulla qualificazione, senza pensare alla sfida di ritorno in calendario al San Paolo alla fine di marzo (il 21 o il 22).

Ne è consapevole anche mister Mazzarri, che infatti potrebbe limitare al minimo il turnover, rimandato al posticipo di lunedì con il Chievo. Toccherà ai titolarissimi andare dunque a caccia della finale. Corsa in salita per Inler, che ha fatto sapere attraverso il suo manager di non essere in crisi. «Gokhan è determinato e pronto a scendere in campo, se l’allenatore vorrà». Mazzarri farà le sue scelte dopo la rifinitura di oggi. Si candida anche Pandev, autore del gol del pareggio a Siena nella partita di campionato di 17 giorni fa. Controlli antidoping a sorpresa per otto azzurri, ieri a Castel Volturno. Ma Lavezzi e Cavani erano andati via.
FONTE: REPUBBLICA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©