Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

GIANLUCA GRAVA

"Orgoglioso di indossare la maglia del Napoli"


'Orgoglioso di indossare la maglia del Napoli'
17/05/2010, 13:05

Gianluca Grava, difensore del Napoli, ai microfoni di Marte Sport Live ha tirato un bilancio personale e non solo, di questa bellissima stagione.
"Sono state dette cose sul mio conto spiacevoli, spesso anche cattive. Ho visto tanto accanimento nei confronti di alcuni di noi campani e napoletani che non mi aspettavo. Noi amiamo questa maglia e diamo sempre il massimo. Adesso mi trovo in una situazione in cui potrei togliermi tanti sassolini dalle scarpe, ma non voglio farlo. Io ho lavorato tanto e alla fine sono arrivate tante soddisfazioni, tante belle partite. Devo tutto all'allenatore che mi ha fatto giocare nel mio ruolo e credo di averlo ripagato con le mie prestazioni."
Il mister ha cambiato la stagione di Grava, ma anche quella della squadra.
"Mazzarri ci ha subito trasmesso la convinzione che eravamo un'ottima squadra, cosa che noi avevamo dimenticato a causa di alcuni risultati negativi. Ci ha messo in competizione tra di noi, non c'erano titolari fissi e ci ha fatto sentire tutti importanti. Per noi difensori poi ha fatto un ottimo lavoro aiutandoci a conoscere meglio, partita per partita, i giocatori contro cui andavamo a giocare, spiegandoci come marcarli."
Grava è riusciuto a dare il meglio proprio nella marcatura ad uomo, cosa che nel calcio moderno si vede poco.
"Ho avuto la fortuna di avere un padre ex calciatore che mi ha insegnato la marcatura ad uomo, cose che forse oggi nelle giovanili non si fa più. Bisogna essere concentrati sino al 96', in serie A basta poco perchè l'attaccante ti rubi il tempo e faccia gol."
Il presidente ha detto che per il rinnovo manca poco e che, nonostante l'età e la politica societaria, per Grava verrà fatta un'eccezione. Per il difensore infatti dovrebbe essere pronto un biennale.
"E' una soddisfazione immensa. C'erano stati precedenti incontri con qualche problemino, ma da quanto leggo sui giornali credo siano stati superati. Con il presidente il rapporto è ottimo, ogni volta che mi ha promesso qualcosa lo ha sempre mantenuto. Spero di averlo ripagato con le mie prestazioni. Io sono orgoglioso di restare a Napoli, per me vestire questa maglia è un onore."
Nella prossima stagione oltre al campionato ci sarà l'Europa League.
"Spero di poter giocare anche in Europa oltre che in serie A, è un mio sogno. Devo però rimanere con i piedi per terra e pensare sempre al presente sperando che mi sia data l'opportunità di giocare."
In questa bellissima annata Grava è sceso più di una volta in campo indossando la fascia da capitano
"Fare il capitano a Napoli è un orgoglio per tutti. E' una fascia che è stata sul braccio di tantissimi campioni. Adesso la sta indossando Paolo e credo che lui si toglierà tante soddisfazioni con questa maglia. Mi sono tolto tante soddisfazioni in questa annata. Il momento più bello è stato di certo quando siamo stati sicuri di andare in Europa League."
Prossimo obiettivo è vincere un trofeo.
"Sarebbe il massimo vincere qualcosa di importante con la maglia del Napoli, speriamo che avvenga quanto prima possibile."
Quale è stato il giocatore più difficile da marcare?
"E' stato difficile marcare tutti, ma la sfida più bella di questa stagione è stata marcare Ronaldinho."
Infine una parola sui tifosi.
"Sono felicissimo che la gente mi apprezzi, è bellissimo. Spero che questo sogno continui ancora a lungo."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©