Sport / Calcio

Commenta Stampa

Ecco chi sono gli scandalosi fischietti scelti dal Uefa

Ovrebo ed Hansson, arbitri o talpe?


Ovrebo ed Hansson, arbitri o talpe?
18/02/2010, 20:02

NAPOLI - Cosa si fa con chi dimostra ripetutamente la propria inettitudine in una determinata professione? Se tale persona è un arbitro non solo non verrà nemmeno sfiorata da alcun provvedimento ma, addirittura, sarà premiata con incarichi più prestigiosi. E' questo ciò che accade da diversi anni nel Uefa; con la regola assurda (e che puzza di marcio) che affida i match più delicati ai fischietti che sembrano meno capaci. Due esempi? Il primo si chiama Hansson, ha 39 anni ed è svedese. Come mestiere "vero" fa il pompiere e, a quanto dicono i suoi pietosi risultati da direttore di gara, dopo aver spento gli incendi a base di fiamme reali, si diverte ad appicarne nei campi da gioco a causa delle proteste che scatena.
Hansson, per chi non lo sapesse, è infatti l'arbitro "famoso" per aver convalidado il goal-truffa siglato da Gallas su assist di Henry. Lo stesso goal che decretò l'ingiusta eliminazione dell'Irlanda di Trapattoni e l'altrettanto ingiusta qualificazione della Francia ai mondiali del 2010. 
Nell'occassione persino Henry, a magagna fatta, ammise di aver utilizzato in maniera prolungata la mano per una "aggiustatina" che viderò tutti tranne il direttore di gara. Non pago, lo svedese, durante la partita Arsenal-Porto, ha dato per buono un goal siglato da Falcao in una maniera che, definire "rocambolesca", è decisamente poco. La Uefa, come premio, lo manderà ad arbitrare i prossimi mondiali (della serie mai più Byron Moreno).
La seconda "aquila" si chiama invece Ovrebo. La sua designazione, dato anche il suo visibile sovrappeso e l'età di sicuro non giovane (44 anni), sembra forse ancora più assurda della prima. Il norvegese si è fatto ri-conoscere dopo l'incredibile match tra Barcellona e Chelsea che vide gli spagnoli vincitori dopo almeno tre rigori clamorosi negati agli inglesi. Durante Bayern-Fiorentina, come praticamente tutti i tifosi viola sapranno, il fischietto tracagnotto ha donato un'altra perla con una svista che ha dell'incredibile. Klose smarcato in aria con almeno due metri di fuorigioco, goal siglato, e l'arbitro che indica il disco di centrocampo facendo intendere che la rete è valida.
A dire il vero, Ovrebo, ebbe anche una svista opposta durante Romania-Italia annullando un goal validissimo a Luca Ton. Insomma, come si suol dire, errare umanum est...ma perservare ed essere addirittura premiati è roba da matti (o da Uefa)
Dopo Bayern-Fiorentina il fischietto scandinavo ha chiesto scusa (lo stesso fece dopo il pietoso Barcellona-Chelsea) ma a cosa servono le scuse se poi si continua a sbagliare clamorosamente e grossolanamente e, soprattutto, se errori così influenti rovinano una buona prestazione della malcapatita squadra di turno?
Certo la colpa nel caso del goal di Klose è sicuramente anche del guardalinee Roger Nebben, ma, in ogni caso, i vertici Uefa non possono permettersi certe designazioni che Abete ha definito senza mezzi termini delle "Nefandezze". Lo stesso Ovrebo ha poi dichiarato:"Dovevo annullare quel gol. Sulla base del dvd che abbiamo ricevuto, abbiamo visto che c'era un fuorigioco che avremmo dovuto vedere. Mi sono fidato del mio assistente, ma mi prendo la responsabilità della decisione finale: ci spiace non aver visto quella posizione di offside". A lui spiace, i "piani alti" informano che non dirigerà più gare internazionali ma, la sconfita ingiusta della Fiorentina (tra l'antro con un campionato che sta sfuggendo di mano) in una partita cruciale resta.

WENGER:"ERRORE COLOSSALE"
Ci va giù duro ma con Hansson anche il ct dell'Arsenal Wenger che tuona:"E' incredibile come l'arbitro abbia autorizzato il Porto a riprendere subito il gioco, sono nel mondo del calcio da molto tempo e non ho mai visto una cosa del genere. Questa regola non incoraggia il fair-play ed è inaccettabile il fatto che l'arbitro l'abbia applicata".

MOVIOLA IN CAMPO
Nel mare di assurdi nel quale sguazzano evidentemente felici Platinì and Co. (strano che la Francia non venga mai penalizzata) viene a galla l'assurdo tra gli assurdi e, cioè, l'inspiegabile allergia del Uefa all'utilizzo dell'oramai legendaria moviola in cambio? Perchè non la si utilizza come in moltissimi altri sport? Perchè, soprattutto, non si da una risposta chiara e credibile? Dubbi calcistici che assomigliano molto ad autentici misteri della fede.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©