Sport / Vari

Commenta Stampa

Pallacanestro: ancora una sconfitta per la Gma Phonica


Pallacanestro: ancora una sconfitta per la Gma Phonica
15/12/2009, 08:12


POZZUOLI - Purtroppo arriva anche la quarta sconfitta consecutiva per la Gma Phonica superata, al PalaErrico, 58–71 dal Priolo che ha messo la freccia nel periodo conclusivo, ma già in quello precedente aveva dimostrato d’avere qualcosa in più delle puteolane a referto con Naydenova e Grasso non al meglio e con Walker presto condizionata dai falli.
Punteggio basso nei primi 6’ di gara. In avvio sono le flegree a portarsi avanti sul 3–0, ma poi c’è il sorpasso delle siracusane che si tengono sempre avanti di pochi punti (8–11 al 6°). Si segna ancor meno nel prosieguo del quarto, i due coach ricorrono a diversi cambi, ma il punteggio si muove principalmente dalla lunetta. I canestri dal campo li firmano Gonzalez e Dixon per impattare ed allungare, ma, poi, Meneghel griffa il definitivo 15 pari del 10°.
Barnes e Chesta (3 bombe in questa frazione) consentono alle biancoblù di riportarsi al comando in avvio di secondo periodo (20–17). La difesa campana lavora bene, ma dopo due rimbalzi catturati non ha scampo sulla tripla di Seino che vale il pareggio a quota 20 del 13°. In seguito le percentuali realizzative s’impennano un po’ su ambo i versanti. Le due cestiste prima menzionate e Walker consentono alle padrone di casa di mantenersi sempre avanti (29–25 al 17°). Vantaggio controllato bene con le soluzioni offensive siciliane poco produttive. Discorso contrario per quelle della Gma Phonica che va al riposo sul +8 (38–30 al 20°).
In avvio di terzo quarto le isolane cercano spesso l’area pitturata segnando con Meneghel, Seino e Pascalau (41–36 al 22°). Palumbo corre ai ripari inserendo Walker che, però, commette subito il 4° fallo, resta in campo per qualche altro possesso, poi esce per Van Malderen. Anche altri cambi per le puteolane che faticano in attacco contro la box and one ospite. Chesta trova una tripla preziosa per il +5 del 25° (44–39). Alternano due soluzioni difensive le viaggianti che contengono molto bene l’attacco flegreo (un autentico gol il canestro di Van Malderen). Fa meno fatica in fase offensiva Priolo che impatta con Pavetic e la cinquina di Cirov (46–46 al 30°). Forzano un po’ le conclusioni le biancoblù in avvio d’ultima frazione, più cercate le soluzioni offensive delle siracusane (50–53 al 34°). L’attacco campano continua a faticare molto, la difesa tiene finche può. Poi la doppia di Seino e la tripla di Meneghel determinano il 52–58 del 37° che spinge all’immediata sospensione Palumbo. Difesa più aggressiva per le padrone di casa che, però, commettono 3 falli mandando in lunetta le contendenti che sbagliano un solo personale. Segnano anche dal parquet le siciliane che ampliano la forbice sino al +13 conclusivo (58–71).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©