Sport / Vari

Commenta Stampa

Pallacanestro Pozzuoli, Palumbo analizza il match


Pallacanestro Pozzuoli, Palumbo analizza il match
06/04/2010, 09:04


NAPOLI - Il fattore campo nel primo turno dei play out è stato raggiunto, ma quanta sofferenza per ottenerlo. Era necessario superare Umbertide e la Gma Phonica Pozzuoli lo ha fatto, ma le perugine, in lizza per il 7° posto (con Geas Sesto San Giovanni) hanno reso la vita durissima sfoderando un’ottima prestazione per ben 3 periodi: 61 punti segnati a fronte dei soli 46 concessi alle flegree che né hanno griffato 12 nel secondo quarto e 10 nel terzo (tirando con il 27% da 2, con 1/8 da 3). Il divario tra le due squadre s’è progressivamente allungato: +9 al 13°, +13 al 17°, +14 al 23°, +18 al 28°, quando era lecito sospettare che la serata era da giudicare ampiamente nefasta. In quel momento qualcosa è scattato nel roster biancoblù. E’ iniziata la rimonta che è stata inesorabile: 10–0 il primo break, 14–4 il secondo (67–65 al 36° 40”). “La paura può creare queste situazioni – commenta coach Fulvio Palumbo – Le umbre non avevano nulla da perdere, erano tranquille e lo si è visto anche dalle loro percentuali da 3 (11/21 finali, ma 8/12 al 20°). In questa partita noi, invece, ci giocavamo una bella fetta di campionato. Quando siamo andati sotto di 15 (46–61 al 30°) e non c’era più nulla da fare, le giocatrici si sono ricordate che bisognava iniziare a difendere forte per poter vincere la gara e lo hanno fatto”. Le medie delle viaggianti sono calate (4/19 dal parquet), le palle recuperate sono fioccate (7) ed alla fine la differenza di valutazione è netta: 4 per la formazione ospite, 38 per le padrone di casa che ora dovranno contendere la salvezza al Livorno (come nella passata stagione). “Da domani (oggi, ndr) inizieremo a pensarci – aggiunge il tecnico delle c! ampane 96 Contemporaneamente spero di riuscire ad ottenere qualcosa in più da alcune cestiste che ancora si dimenticano di giocare”. Servirà, infatti, il contributo di tutte per cercare di chiudere al più presto positivamente quest’annata agonistica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©