Sport / Vari

Commenta Stampa

Pallacanestro Pozzuoli: Palumbo, ce la siamo giocata fino al 40°


Pallacanestro Pozzuoli: Palumbo, ce la siamo giocata fino al 40°
30/11/2009, 10:11


POZZUOLI - A pochi secondi dall’impresa: fermare la marcia inarrestabile del Cras Taranto, capolista solitario e campione d’Italia in carica. A poco più di 20” dalla fine d’un match intenso, a tratti spettacolare, in altri equilibrato, la Gma Phonica Pozzuoli conduceva di 2 punti, poi il gioco da 4 di Greco ha strozzato in gola l’urlo di gioia per una vittoria prestigiosa ed importante. “La vita è fatta d’episodi – commenta coach Fulvio Palumbo – Il loro ultimo tiro è andato a segno ed hanno vinto, se fosse finito fuori, la palla tornava a noi ed il risultato penso sarebbe stato diverso. Purtroppo quest’anno ci gira tutto contro. Anche contro Venezia ci fu una situazione simile contraria (al PalaErrico le lagunari s’imposero 96–97 con una tripla di Corradini sulla sirena del 2° over time). Merito alle pugliesi che ci hanno sempre creduto, ma anche a noi che ce la siamo giocata sino al termine”. Pur con il rientro di Gonzalez e David le flegree si sono presentate a questa partita con Barnes e Naydenova non al top della forma (8’ in due), ma nonostante ciò hanno tenuto ottimamente testa alle più quotate avversarie. In vantaggio sin dal 6° (5–2), le biancoblù hanno toccato il +10 al 18° (32–22) rispondendo, poi, ad ogni tentativo di rientro delle rossoblù avanti per la prima volta al 28° (43–44), recuperano, infine, in 2’ il –9 del 31° (44–53) fino al! lo scatt o che sembrava decisivo (+3). “La squadra ha giocato, ha fatto tutto il possibile per vincere la gara, ma non c’è riuscita – aggiunge il tecnico – Pur con rotazioni limitate e con alcune cestiste che rendono poco, ci abbiamo sempre creduto, recuperato il -9. Tutto ciò al cospetto d’una formazione che lotta per lo scudetto, con 10 giocatrici utilizzabili, che in Eurolega ha vinto a Riga e Vilnius con meno problemi di quanti né ha avuti contro di noi. Il successo se l’è dovuto sudare. Ricordo che noi ambiamo ad altri obiettivi, dobbiamo migliorare ancora lavorare su alcuni aspetti, tra cui i liberi. Anche in questa circostanza né abbiamo sbagliati 10 (13/23)”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©