Sport / Vari

Commenta Stampa

Pallacanestro Pozzuoli: Palumbo, di più non potevamo dare


Pallacanestro Pozzuoli: Palumbo, di più non potevamo dare
02/11/2009, 11:11


POZZUOLI - Non è bastato un grande cuore, abbinato alla tecnica ed agli schemi, alla Gma Phonica Pozzuoli per regalarsi la prima vittoria nel campionato 2009/10. Al PalaErrico, contro Venezia, è maturata la quarta sconfitta consecutiva (96–97 dopo 2 supplementari), ma questa è davvero amarissima considerando l’andamento dell’incontro. Dopo una breve fase equilibrata (9–8 al 5°), le flegree sono state fantastiche nel scavare un solco importante (21–11 al 10°) ed a difenderlo ad oltranza (+13, +14, +12) sino al +10 del 24° (50–40). L’8–0 griffato Ballardini–Cirone ha riaperto il match (50–48) con le biancoblù spesso avanti, anche se con poche lunghezze eccetto il +7 del 44° (81–74). Sembrava fatta, poi, il canestro a fil di sirena di Corradini ha fatto esplodere di gioia le lagunari. “Che dire! – esordisce un amareggiato coach Fulvio Palumbo – Una partita che abbiamo vinto e perso più volte, poi il triste epilogo. Penso che siamo più i nostri avversari che devono analizzare la sfida. Noi ce la siamo giocati nonostante le nostre assenze (Gonzales sugli spalti come quinta straniera in attesa del nuovo ricorso sulla sua “italianità”, Barnes in panchina ad onor di firma). In campo abbiamo schierato anche una juniores, Cante, mentre la panchina orogranata era più lunga (cestiste impiegate, 8 a segno). Noi più di quanto fatto non potevamo dare”. Ogni giocatrice campana ha dato fondo ad ogni residuo d’energia per dare un ulteriore contributo alla causa. In questo momento è difficile individuare gli errori commessi! in un c onfronto molto intenso, avvincente, in cui sicuramente spiccano la prova superlativa di Dixon (30 punti, 4 assist, 6 palle recuperate e 7 rimbalzi), quella monumentale di Walker (21 punti, 12 rimbalzi ed una stoppata per la regina dell’area), ma soprattutto, quella magistrale, praticamente perfetta, da vero capitano, di Grasso: 21 punti, 10 rimbalzi, 2 assist (dovendo gestirsi avendo giocato diversi minuti gravata di 4 falli). “Hanno dato un buon contributo come in futuro potrebbe capitare ancora a loro oppure ad altre – continua il tecnico puteolano – In questo momento l’aspetto prioritario è la prova della squadra che vuole risalire la china ed in questa gara ha giocato, lottato alla pari contro un top team pur in emergenza”. Sicuramente un aspetto positivo in vista del prosieguo della stagione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©