Sport / Pallanuoto

Commenta Stampa

Pallanuoto, La Rari Nantes piega 11-10 il Volturno


Pallanuoto,  La Rari Nantes piega 11-10 il Volturno
02/04/2012, 11:04

Sesta vittoria su altrettanti incontri alla Scandone per la Rari Nantes. I ragazzi di Marsili superano 11-10 il Volturno incamerando tre punti preziosi al termine di un derby tirato, incerto ed avvincente, contrassegnato da tanti gol e da una serie infinita di errori. Pessima, in particolare, la direzione di gara dell’arbitro De Santis, capace alla fine di scontentare tutti. Dopo tre tempi di fischi a senso unico (quattro rigori a zero per il Volturno, oltre all’espulsione per proteste del napoletano Luongo), nel finale sono i sammaritani a protestare per i tre giocatori cacciati anzitempo dall’acqua, tra cui il portiere Perfetto. Risultato? Animi surriscaldati in vasca e spettacolo inevitabilmente penalizzato, con il pubblico di fede rarinantina capace di tirare un bel sospiro di sollievo solo alla sirena conclusiva, dopo una gara trascorsa quasi in apnea.

Al di là delle indecisioni arbitrali, infatti, va rimarcato il pessimo approccio alla partita dei biancocelesti, che nel primo periodo finiscono per due volte sotto di due reti, colpa anche di qualche incomprensione di troppo in fase difensiva. Nel secondo periodo arriva prima il pareggio e poi il sorpasso (4-3), con capitan Lepre e D’Antonio sugli scudi. Il Volturno, però, non molla. Nonostante le tante assenze, la squadra di Fusco si batte con grande generosità riuscendo a non farsi staccare. Il resto, poi, lo fanno le decisioni di De Santis, che trascinano i sammaritani nuovamente avanti a metà gara (6-7). Nel terzo tempo viene fuori il carattere dei partenopei. Una serie di veloci controfughe ed una discreta percentuale in superiorità proiettano Di Martino e compagni sul +2 (9-7). Non è ancora finita, però, perché nell’ultimo quarto i cali di tensione dei napoletani consentono al Volturno di agguantare il pari sul 10-10. Mancano meno di 2’ al termine e tra espulsioni, polemiche, proteste e veleni, Politelli trova il modo di realizzare la consueta palombella risolutiva (11-10 a 48’’ dalla fine). Finale convulso, con il Volturno che ci crede fino all’ultimo e la Rari Nantes che continua a compiere fesserie, non tali però da pregiudicare il risultato.

“Ci prendiamo le nostre responsabilità per aver preso sotto gamba il match contro un Volturno penalizzato dalla classifica e dalle assenze”, ammette il tecnico Elios Marsili. “L’arbitro, però, ha sbagliato partita, con un’escalation di errori che non ha avuto fine e che ha scontentato tutti. C’era troppo nervosismo in acqua, un nervosismo che altrimenti non avrebbe avuto ragion d’essere. In ogni caso portiamo a casa questi tre punti, sarebbe stato un peccato fermarci proprio ora”.

Il campionato ora si ferma per le festività pasquali. Il ritorno in vasca è fissato per sabato 14 aprile con Taranto-Rari Nantes.



Rari Nantes Napoli-Volturno 11-10 TABELLINO



RARI NANTES: Pizzabiocca, Roncalli, Politelli 1, Maglitto 1, Scotti Galletta, Perna, Lepre 3, Marlino 1, Di Martino 2, Luongo, D’Antonio 3, Granato, Palermo. All. Marsili

VOLTURNO: Perfetto, Pasquariello 4, Salemme 3, Sangermano 1, Magliulo, Russo, Natangelo 1, Grimaldi, Curcio, Bernaudo 1. All. Fusco

ARBITRO: De Santis

NOTE: parziali 2-3, 4-4, 3-0, 2-3. Espulsi per proteste Luongo (RN), Salemme (V), Perfetto (V) e Pasquariello (V). Superiorità numeriche: Rari Nantes 5/10, Volturno 2/6 + 4 rigori.



CAMPIONATO DI SERIE B (Girone 4) undicesima giornata – Rari Nantes-Volturno 11-10; Cosenza-Cus Palermo 14-9; Pozzillo-Taranto 18-8; Bari-Enzo Grasso Sr 10-9; Sikelia Pa-Water Club Catania stasera.

CLASSIFICA – Rari Nantes 26 punti; Sikelia Pa* 25; Bari 23; Cosenza 18; Water Club Catania* 16; Cus Palermo 13; Volturno, Enzo Grasso Sr 11; Pozzillo 10; Taranto 3.

* 1 partita in meno

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©