Sport / Vari

Commenta Stampa

Pallanuoto: domani la Carpisa Yamamay Acquachiara potrebbe essere promossa in A1


Pallanuoto: domani la Carpisa Yamamay Acquachiara potrebbe essere promossa in A1
30/06/2011, 12:06

Un altro primato per l'Acquachiara dei record: il suo capitano, Marco Ferrone, è (oltre ai giovanissimi Barberisi e Centanni) l'unico della Carpisa Yamamay che non ha mai giocato in A1. Primato di cui Ferrone deve essere orgoglioso perchè, pur di indossare la calottina della squadra nella quale è nato e cresciuto come pallanuotista, più volte ha rinunciato ad offerte di società della massima serie. Potete immaginare, dunque, quale sia la voglia di Ferrone di arrivare in A1, "ma - dice il capitano - non è il momento di parlarne perchè c'è ancora un ostacolo da superare, e non sarà facile scavalcarlo".

L'ostacolo si chiama Torino 81, la partita che separa la Carpisa Yamamay dalla massima serie si gioca domani sera (ore 19.00, ingresso gratuito) nella piscina comunale del capoluogo piemontese. Ha un pubblico, la squadra di Risso, che segue costantemente e abbondantemente Aversa e compagni anche nelle partite di maggior richiamo, figuriamoci stasera. Previsto il tutto esaurito, con una piccola "fetta" di tribuna lasciata a disposizione dei 100 sostenitori dell'Acquachiara che arriveranno a Torino con i due pullman gratuiti messi a disposizione dalla dirigenza biancazzurra.

Carpisa Yamamay al gran completo, per Maurizio Mirarchi nessun problema di formazione. L'unica novità rispetto a gara 1, vinta alla Scandone sette giorni fa con il punteggio di 8-6, è l'innesto di Centanni al posto di Barberisi. Turn over tra giovani. Ma torniamo a capitan Ferrone, c'è un'altra curiosità che lo riguarda: è l'unico giocatore della squadra che ha conquistato finora due promozioni con la calottina biancazzurra: dalla C alla B, dalla B all'A2. Gli manca soltanto quella dalla D alla C ("Ero troppo giovane per giocare in prima squadra") e naturalmente quella che, invece, non manca nel palmares di Maurizio Mirarchi, il tecnico dei record biancazzurri di questa stagione: primato di vittorie consecutive in corso in serie A (14), primato d'imbattibilità casalinga (due anni esatti, da dividere con Mino Cacace, il suo predecessore), primato di partite casalinghe senza sconfitta (25), da dividere con Cacace e con la Pro Recco. Mirarchi ha gia portato in A1 la Lazio e la Roma.

Chiudiamo con un'altra curiosità: sempre allenatori diversi per le tre promozioni ottenute finora dall'Acquachiara dalla D all'A2: Gianfranco Salvati, Almerico Veno, Enzo Massa. Maurizio Mirarchi, pur facendo i dovuti scongiuri, non vede l'ora di essere aggiunto alla lista.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©