Sport / Pallanuoto

Commenta Stampa

Pallanuoto: la Carpisa Yamamay Acquachiara travolge il Catania


Pallanuoto: la Carpisa Yamamay Acquachiara travolge il Catania
13/02/2012, 11:02

ACQUACHIARA-CATANIA 16-3 (4-0; 5-0; 2-3; 5-0)

Carpisa Yamamay Acquachiara: Kacic, Petkovic 3 (1 rig.), Mattiello D., Fiorillo, Scotti Galletta 5, Brancaccio 1, Gambacorta, Ferrone, Primorac 1, Marcz 2 (1 rig.), Saviano 2, Guidaldi 1, Bencivenga 1. All. Mirarchi.

Strano Light Division Catania: Ruffelli, Torrisi B., Riccioli 1, Castagna, David 1, Iuppa 1, Scebba, Kacar, Privitera, Nigro, Torrisi C. All. Dato.

Arbitri: D. Bianco e Pinato

Superiorità numeriche: Acquachiara 5/11 + 3 rigori, Catania 1/8 + 1 rigore

Note: nel 2 tempo Gambacorta ha fallito un rigore (fuori) e nel 3 tempo Kacic ha parato un rigore a David. Usciti per limite di falli nel 4 tempo Kacar, Privitera e David. Spettatori 250.

NAPOLI - Dopo soli quattro minuti di gioco Giuseppe Dato, allenatore del Catania, chiama time out. La sua squadra è già sotto 3-0, il tecnico etneteo cerca di correre ai ripari, di dare la scossa ai propri giocatori. Nulla da fare. Una Carpisa Yamamay Acquachiara molto concentrata e determinata segna altri 6 gol chiudendo il secondo tempo sul rotondissimo punteggio di 9-0. Il primo gol del Catania arriverà, grazie al giovane Riccioli, all'inizio del terzo tempo sul 10-0.

Nessuna difficoltà, dunque, per i biancazzurri di Mirarchi nel mettere in classifica altri tre punti e nel portare a 959 i giorni d'imbattibilità casalinga. Scotti Galletta il top scorer odierno con 5 gol, Saviano il migliore in acqua, Petrovic con una tripletta raggiunge quota 40 nella clssifica cannonieri. Tutti e tre, interpellati a fine gara, dicono esattamente la stessa cosa: "Le prestazioni singole contano poco in questa squadra, la nostra vera forza è il gruppo".

Spetta a Bencivenga, e non è certo la prima volta in questo campionato, il platonico titolo di autore del gol più bello della gara: si gira al centro, fa cadere con una finta Ruffelli e mette il pallone tra palo e portiere.

Grazie questo successo la Carpisa Yamamay conserva il secondo posto in classifica, tra sette giorni si rimane qui: alla Scandone arriva la Florentia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©