Sport / Vari

Commenta Stampa

Pallavolo, Gaia Energy Napoli supera Reggio Calabria


Pallavolo, Gaia Energy Napoli supera Reggio Calabria
28/11/2011, 10:11

GAIA ENERGY NAPOLI 3

MYMAMI REGGIO CALABRIA 0

(25-15; 25-17; 25-17)

GAIA ENERGY NAPOLI: Flaminio (L); Beccaro ; Bajdak 11; Dal Molin 8; Minenna 10; Benaglia 5; Picillo 1; Pepe 8, Aversano 5, Mari 6. Non entrati: Giancarli, Silvestre. All. Romano.

MYMAMI REGGIO CALABRIA: Foti (Libero), Finizi 2, D'Andrea, Surace 1, Zancla 13, Pugliatti 11, Barreca G.3, Cristallino. Non entrati: Bruno, Neri, Mariano, Barreca T.. All.Centonze

Arbitri: Guarino e Aliberti.

NOTE: Durata set: 20'; 21'; 22'. Durata complessiva:1'03''; Battute sbagliate: Napoli: 5; Reggio Calabria: 12. Battute punto: Napoli:1; Reggio Calabria: 1. Spettatori 400 circa.


NAPOLI – Liscio come l’olio. Non poteva essere di certo il derelitto Reggio Calabria a complicare i piani della Gaia Energy Napoli. Il team di Morello sfrutta nel migliore dei modi il turno casalingo e incamera altri tre punti, anche questi fondamentali per restare aggrappato alla zona alta della classifica.

La gara appare agevole fin dalle prime battute. Del resto coach Centonze in settimana aveva già svelato di non avere molte armi per contrastare gente del calibro di Dal Molin e Mari.

L'inizio è al fulmicotone, bastano 4 minuti alla Gaia Energy per prendere il largo, lasciando dietro i volenterosi ragazzi di Centonze. Sul punteggio di 8-3 arriva il primo time-out che però non cambia le cose in campo. Il divario è netto e in poco più di un quarto d'ora la Gaia Energy Napoli porta a casa il primo set con il punteggio di 25-15. Le ultime battute di gioco sono caratterizzate da una serie di battute sbagliate da entrambi i lati.

In apertura del secondo parziale gli ospiti grazie ad una accorta ricezione e a qualche errore di troppo dei padroni di casa riescono a restare in partita. Al primo break infatti si arriva con il punteggio di 8-5. Il ritmo della gara non cresce ma i calabresi perdono lo stesso il filo del discorso e il coach ritiene opportuno spezzare il gioco sul 12-7.

Gli ospiti fanno quel che possono grazie anche a Pugliatti e Zancla fra i migliori della serata. Anche se è proprio una battuta sbagliata di quest'ultimo a consegnare alla storia anche il secondo set: 25-17.

Nelle fila napoletane applausi per Salvatore Pepe che dà tanto alla sua squadra. Dentro anche Picillo e Aversano (suo l'ultimo punto). Anche del terzo set c'è poco da raccontare. Alla fine quello che conta sono i tre punti che terminano nella cassaforte napoletana.

Il campionato testerà duramente la Gaia Energy Napoli la settimana prossima mettendo sulla sua strada la difficilissima trasferta in casa dell’Ortona. Il team abruzzese sta disputando un buon campionato e sicuramente darà tanto filo da torcere al sestetto di Michele Romano. Ma è proprio conquistando il massimo dei punti in gare come queste che ci si candida a diventare i primi della classe.


La 7a giornata: Gaia Energy Napoli-Reggio Calabria 3-0. Domani (domenica 27 novembre) Pizzo Calabro-Matera; Potenza-Gaeta; Ugento-Paola; Brolo-Ortona. Riposano: Pineto e Foggia.

La classifica: Ortona 14; Napoli, Matera e Foggia 13; Pizzo Calabro e Brolo 9; Potenza 8; Ugento e Pineto 7; Gaeta 3; Reggio Calabria e Paola 0.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©