Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE LA GAZZETTA

Panchina dell'inter, anche Mazzarri in lizza


Panchina dell'inter, anche Mazzarri in lizza
15/03/2012, 12:03

Massimo Moratti ha tante decisioni da prendere nelle prossime settimane. E tutte importanti per il futuro dell’Inter. Non è un mistero che l’azionista di maggioranza del club nerazzurro sia entrato nell’ordine di idee di accogliere un partner che lo aiuti a voltar pagina. Ed è facile dedurre come la scelta sull’allenatore sia legata anche a questa mossa. I suoi recenti «viaggi di lavoro» sono serviti per importanti contatti. Ancora non c’è nulla di definito,ma nel suo entourage c’è attesa.

Saliscendi E ciò giustifica anche gli apparenti ondeggiamenti sul gradimento dei candidati alla panchina nerazzurra. Senza dimenticare mai che Claudio Ranieri ha un altro anno di contratto (e se facesse un miracolo in campionato...), sullo sfondo ci sono due nomi in evidenza, anche se per motivi differenti. AndréVillas Boas, appena licenziato da Abramovich, sarebbe addirittura disponibile subito. Ma sul suo nome cominciano a infittirsi gli argomenti a sfavore. Il flop nel Chelsea, i suoi scontri con la vecchia guardia non giocano a sua favore. Ed è noto a tutti che Mourinho (sempre ascoltato da Moratti) non ha certo preso le parti del suo giovane collega portoghese con cui ha rotto da tempo. E dire che i bookmaker inglesi quotano il suo passaggio all’Inter addirittura a 1,90, in netto vantaggio sui rivali. A restargli più vicino è Laurent Blanc (a 5), anche lui stimato da sempre in casa Moratti.Mail c.t. francese alla vigilia dell’Europeo è in una posizione delicata con la sua federazione. C’è il rischio che sia costretto ad aspettare la fine della rassegna continentale per decidere sul suo futuro. E l’Inter è orientata a prendere una decisione in tempi più brevi. Per questo stesso motivo è tutto da verificare il feeling per Cesare Prandelli: piace la sua predisposizione a lavorare con i giovani ed è sotto gli occhi di tutti l’esigenza nerazzurra di puntare su una linea verde per il necessario rinnovamento. Quindi la candidatura del c.t. azzurro solletica, ma per ora è solo un pensiero. Prima d’andare oltre occorrono verifiche a tutti i livelli, anche per evitare casi diplomatici con la federazione.

Idea Bielsa In questa situazione d’impasse vanno segnalate anche le considerazioni su Marcelo Bielsa. Moratti lo interpellò per primo dopo la fuga di Leonardo al Psg, ma il tecnico argentino s’era già impegnato con l’Athletic Bilbao e fu costretto a rinunciare. In questi mesi il santone di Rosario sta lavorando benissimo nei Paesi Baschi. L’impresa all’Old Trafford (3-2) in Europa League è l’ultimo timbro di una stagione eccellente. Ecco perché il suo nome trova sempre più consensi tra Moratti e i suoi più stretti collaboratori.

Opzione Mazzarri Un discorso a parte merita l’allenatore del Napoli. Le dichiarazioni di venerdì a Verona sono emblematiche: Moratti ha speso parole importanti per l’allenatore delNapoli. La stima è evidente, come il rispetto per le strategie di De Laurentiis. Mazzarri è sotto contratto per un altro anno e il presidente azzurro ha già detto che non lo molla. Ciò induce l’Inter ad un atteggiamento molto cauto, considerando sempre gli ottimi rapporti tra i due club. In questa situazione d’incertezza, allora, spunta anche l’interesse per Francesco Guidolin, il tecnico italiano più collaudato. Ma anche lui è impegnato con l’Udinese. Intanto i tifosi raccolgono firme per Zeman, ma per il lider Massimo il boemo è soltanto un’utopia.

FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©