Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

FOCUS - L'UMILE GORAN

Pandev e quelle braccia alte: "Scusate il ritardo"


Pandev e quelle braccia alte: 'Scusate il ritardo'
30/11/2011, 12:11

Segna la rete del 2-0 alla Juve, la prima in azzurro in una gara ufficiale, e si scusa con i tifosi (come è possibile vedere anche nella foto). Questo è Goran Pandev, attaccante macedone che in estate il Napoli ha prelevato in prestito dall’Inter.
Dopo aver gonfiato la rete, l’ex nero-azzurro è “schizzato” immediatamente verso la Curva B, per condividere con i supporters la felicità per il suo primo gol al San Paolo. Sembrava volesse esplodere di gioia, invece s’è contenuto. Troppo grande, a suo parere, il debito di riconoscenza verso una città che lo ha ben accolto e che lo ha “coccolato” da fine Agosto, nella speranza che potesse risultare utile, se non decisivo.
Così Goran si è fermato, ha guardato i tifosi con sguardo compassionevole ed ha alzato entrambe le braccia per chiedere perdono a tutti. “Scusate il ritardo” sembrava volesse dire loro.
Un comportamento umile e maturo, assunto da chi sa di non aver ancora ripagato la fiducia di una piazza che ha puntato forte su di lui.
Nel frattempo, ci permettiamo di rispondere a Pandev in nome dei tifosi: “Scuse accettate, Goran. Continua così”…

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©