Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Pandev, il big che non convince ancora


Pandev, il big che non convince ancora
26/09/2011, 10:09

Quando il Napoli ufficializzò l’acquisto di Pandev in tanti si complimentarono con il presidente De Laurentiis. Finalmente era stato preso un attaccante capace di poter essere il degno sostituto di uno dei tre tenori. In precedenza, infatti, la riconferma di Lucarelli, l’ingaggio a parametro zero di Santana e l’arrivo di Chavez, avevano fatto storcere il naso alla maggior parte dei tifosi. Serviva a tutti i costi un big capace di poter dare quel quid in più ad un reparto che senza uno dei titolarissimi avrebbe potuto soffrire. Soddisfatto del nuovo arrivato fu anche Walter Mazzarri. Il tecnico potè allenarlo solo dopo una settimana visti gli impegni del giocatore con la sua nazionale. Sbarcato a Castelvolturno si mise a disposizione del tecnico toscano che, però, essendo un perfezionista voleva farlo integrare bene nel gruppo prima di mandarlo in campo. L’esordio in campionato ci fu a Cesena. Entrato nella ripresa, ebbe subito la possibilità di firmare un gol ma incredibilmente a porta vuota calcio sulla traversa. Beh, si disse, è appena arrivato, dategli il tempo di crescere un po’. Nessun problema: il 3-1 finale fece dimenticare in fretta quell’errore. A Manchester contro il City sostituì Cavani a pochi minuti dalla fine e non ebbe neanche il tempo di mettersi in mostra. Stessa cosa contro il Milan ma in quell’occasione prese il posto di Lavezzi. La grande opportunità per diventare il giocatore che aveva vinto tutto con l’Inter di Mourinho l’ha avuta mercoledì scorso contro il Chievo Verona. Schierato come prima punta, è stato un fantasma in fase sportiva. Mai pericoloso, è diventato facile preda dei difensori clivensi. Una prestazione da dimenticare che ha fatto nascere molti dubbi sulla sua utilità per il Napoli di Mazzarri. Con la Fiorentina, buttato nella mischia nuovamente, non si è mai visto. La speranza è che il macedone possa far ricredere tutti con il passare del tempo. E’ un rinforzo troppo importante per Mazzarri e proprio non può fallire tutte queste volte. Al Napoli serve lo stesso giocatore dei tempi migliori della Lazio e pure all’Inter. Ha qualità tecniche da vendere e forse, almeno per il momento, ancora non è riuscito ad entrare nei meccanismi azzurri. D’altronde si sa che l’allenatore di San Vincenzo è molto zelante nel lavoro e prima di poter essere contento del lavoro di un giocatore ce ne vuole. La stagione, però, è ancora all’inizio e prima di dire che Pandev è un flop si deve aspettare. I campioni non dimenticano come si gioca al calcio, forse hanno bisogno di un po’ di tempo in più prima di mettere in mostra le proprie doti.

Fonte: Il Roma

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©