Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE "IL MATTINO"

"Pandev, standing ovation dopo una gara da sogno"


'Pandev, standing ovation dopo una gara da sogno'
22/12/2011, 10:12

Una partita giocata così a Napoli, Goran Pandev probabilmente l'aveva sognata. È uscito con il San Paolo che gli tributava una standing ovation. Un gol, due assist, aperture di precisione millimetrica. Cavani avrebbe potuto segnare di testa su quel cross pennellato da calcio d'angolo. Se il Matador ha segnato la doppietta, il macedone è stato il grande protagonista della goleada con il Genoa. «Sono felice - dice - sto bene fisicamente e tutto il resto viene da sé. Ho visto una buona squadra, abbiamo ottenuto un grandissimo risultato». Quando la condizione fisica lo sorregge dimostra di avere pochi rivali. «Sì, sto bene e non posso che essere contento». Ora un po' di riposo ha deciso di trascorrerlo a Napoli. «Ho una bambina di appena venti giorni, e preferisco rimanere qui». Nessun viaggio. Pronti per ripartire. «Speriamo di continuare in questo modo».
Un altro papà «napoletano» è Zuniga: «Questa vittoria è una soddisfazione enorme. Il gol l'ho cercato e naturalmente lo dedico alla mia figlioletta nata da poco. Era da tanto tempo che volevo segnare». Per lui un inizio balbettante nel Napoli. Impiegato ora a destra, ora a sinistra. «Effettivamente all'inizio non mi ci ritrovavo tanto. Ma la cosa più importante è che avevo la fiducia del mister. Quando qualche partita andava così così Mazzarri mi diceva sempre: dai Camilo non ti preoccupare, vai avanti così, io ho fiducia in te. E questo per un giocatore è la cosa più importante». Tre giorni da Roma al Genoa, eppure sembra passata un'eternità. «Ci siamo guardati in faccia e abbiamo dato tutto stasera. Siamo contenti». Gol cercato anche da Walter Gargano: «Quando ho visto lo spazio non ci ho pensato due volte e ho tirato». Da capitano Paolo Cannavaro, una risposta alle critiche: "Se devono arrivare è bene che arrivino; ma che siano costruttive come facciamo noi nel nostro spogliatoio. L'importante è che tutti sappiano che questa squadra non ha mai camminato e ha sempre sudato la maglia".
FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©