Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

MATCH EUROPEO

Pareggio senza sale


Pareggio senza sale
21/10/2010, 20:10

Alla fine fa più paura il nome che l'avversario. Il Napoli pareggia 0-0 con il Liverpool. In altri contesti ci sarebbero stati solo applausi per gli azzurri, eppure a fine gara dagli spalti gremiti del San Paolo piove addirittura qualche fischio. Il motivo è che del Liverpool, a Napoli, è arrivato solo il nome. Per questo a fine gara qualche applauso se lo beccano i giovani Reds agli ordini di Roy Hodgson, autori di una partita precisa e accorta. Come d'altronde è nello stile dell'allenatore inglese, a cui il pareggio sta più bene che a Walter Mazzarri. Agli azzurri sono tremate le gambe fin dal primo minuto. Qualche timore di troppo nell'offendere una squadra di blasone superiore ha fatto si che in scena si presentasse un gioco troppo contorto e insipido per poter essere vincente. E a complicare le cose ci ha pensato proprio Sir Hodgson, schierando in campo una difesa a quattro compatta e molto arretrata, a tratti statica sul proprio quarto di campo lasciando la fase offensiva agli avanti. Per dare la scossa, al Napoli non è bastata, così, la carica dei tifosi e la possibilità di poter scrivere un pezzo esclusivo della propria storia. Non è bastato un salvataggio sulla linea della porta inglese su colpo sottoporta di Marek Hamsik. Non è bastato nemmeno l'urlo di Mazzarri, che nei minuti finali ha incoraggiato i suoi a provare il tutto e per tutto. Basta solo il pareggio, che per la classifica è anche buono (visto l'1-1 tra Utrecht e Steaua), ma per i sognanti tifosi azzurri è ancora troppo poco.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©