Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Parma - Napoli, la partita alla lavagna


Parma - Napoli, la partita alla lavagna
12/03/2011, 23:03

Il Napoli si presenta a Parma per il posticipo della 29° giornata della serie A con molti dubbi di formazione e una sola certezza, il ritorno di Lavezzi. Dopo il pareggio dell'Inter e in vista dello scontro diretto tra Lazio e Roma, gli azzurri hanno assolutamente bisogno dei tre punti per guadagnare terreno sui diretti avversari nella lotta alla Champions. Dall'altra parte la squadra di Marino le proverà tutte per vincere e cercare di uscire dai bassifondi della classifica.
Anche gli emiliani devono fare i conti con molti dubbi di formazione, soprattutto in attacco dove sono ancora in dubbio le condizione fisiche di Amauri e Giovinco, anche la formica atomica sembra ormai recuperato. Marino dovrebbe mettere i suoi in campo con il 4-3-1-2, con Candreva (o Giovinco), secondo voci di mercato obiettivo del Napoli, dietro le due punte Crespo e Palladino (o Bojinov). L'ex genoano, con la sua abilità nel saltare l'uomo e nel cercare la giocata per la prima punta, sarebbe il partner ideale per l'attaccante argentino. Il Napoli, con l'assenza di Dossena a sinistra e il dubbio Maggio a destra, dovrà stare molto attento alla velocità dei due esterni emiliani Valiani e Modesto che spesso arrivano sul fondo per crossare palloni invitanti per la prima punta oppure si inseriscono dalle retrovie sfruttando il lavoro di sponda di Crespo. Proprio il lavoro degli esterni è semplificato molto da Candreva che ama defilarsi sulle fasce creando così superiorità numerica e mettendo in grande difficoltà chi difende. In fase passiva il vero problema per il Napoli potrebbe essere quello di una difesa completamente inedita, Santacroce - Cannavaro - Ruiz, terzetto che non avendo mai giocato insieme potrebbe trovare difficoltà nel mettere in pratica sul campo certi meccanismi. Proprio per questo l'aiuto degli esterni e dei due centrali di centrocampo sarà fondamentale. Problemi per il Napoli non solo a difesa ma anche sugli esterni dove a sinistra giocherà Vitale al posto dello squalificato Dossena mentre a destra, nel caso non dovesse farcela Maggio, giocherà Zuniga rendendo così ancora più inedito il pacchetto difensivo. Nel caso Maggio dovesse farcela invece, a sinistra andrà il colombiano con l'esterno di Castellammare che andrà in panchina. Dubbio anche in mezzo al campo dove Yebda dovrebbe prendere il posto di Gargano. Il ritorno di Lavezzi in attacco però darà maggiore velocità ad una squadra che ha fatto dell'agonismo atletico la sua arma migliore. Il Pocho ha le qualità per mettere, da solo, in grandissima difficoltà la difesa si forte fisicamente ma molto lenta degli emiliani. L'argentino darà maggiore supporto a Cavani che non hai mai segnato nelle tre partite senza Lavezzi e che spesso è sembrato tropppo solo in avanti. 


 

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©