Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA CONFERENZA

"Partita dura, Pocho in campo. Aspetto Maradona"


'Partita dura, Pocho in campo. Aspetto Maradona'
24/03/2012, 12:03

Walter Mazzarri, nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Catania al San Paolo, parla dei dubbi di formazione, della lotta al terzo e delle belle parole spese da Diego Armando Maradona nei confronti della squadra azzurra:
"Questa partita arriva alla fine di un ciclo terribile. Abbiamo speso moltissime energie, fisiche e mentali, ci servirà l'aiuto del pubblico per far bene con i siciliani, ci servirà il loro sostegno nei momenti difficili. Loro vogliono raggiungere l'Europa e non hanno molte pressioni, non sarà facile. Farò un pò di turn over, il Pocho però dovrebbe giocare. Fernandez oppure Campagnaro? Uno non esclude l'altro, Federico può fare anche il centrale. Sulle corsie ho solo due giocatori, ma in caso di necessità Campagnaro ed Aronica sono capaci di giocare da esterni."
Molti stanno criticando l'andamento di Dossena.
"Ha qualità, gli ho parlato e mi aspetto tanto da lui contro il Catania. Forse ha sofferto il fatto di essere stato messo in discussione dopo essere stato per un anno un titolarissimo di questa squadra."
Uomini contati anche in mezzo al campo.
"L'unica certezza è che Dzemaili sarà in campo, Gargano ed Inler hanno bisogno di riposare ed uno dei due partirà dalla panchina. In questo momento non posso rischiare che qualcuno si faccia male o che giochi al di sotto delle sue possibilità."
Chi sembra stare benissimo è Cavani.
"E' giovane ma è già un grandissimo. In questo periodo a Napoli è cresciuto molto, non sò dire quanto ci sia del mio in questa evoluzione, di certo il gioco della squadra lo aiuta a far risaltare le sue qualità."
La lotta al terzo posto è sempre più dura.
"Noi siamo gli unici padroni del nostro destino, dobbiamo vincere e non pensare a cosa fanno gli altri. Ripeto, il pubblico dovrà aiutarci, i risultati degli altri li guarderemo alla fine della nostra sfida."
Maradona ha parlato bene del Napoli.
"Sono contento, le sue parole sono motivo di soddisfazione e di orgoglio per tutti noi. Spero di poterlo incontrare presto al San Paolo, quando ci incrociammo in campo da calciatori lui era un grande ed io nessuno, sarei felice di rivederlo."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©