Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Pastacaldi opziona il 12esimo trofeo citta’ di Siena in kz2


Pastacaldi opziona il 12esimo trofeo citta’ di Siena in kz2
13/11/2013, 09:59

Sono state 9 le categorie in pista, dalla classe più performante della KZ2 inserita a calendario internazionale, e poi le categorie nazionali Prodriver AM e PRO e la 60 Mini, oltre a quelle della Rok con la Mini, Junior, Rok, Super Rok e Shifter.

Con l’asfalto bagnato lo spettacolo quindi non è proprio mancato, e fra gli altri a farne le spese è stato soprattutto Mirko Torsellini, che proprio al primo giro della Prefinale della KZ2 nella “esse” poco dopo la partenza è andato a scontrarsi con un concorrente andato in testacoda.

Il pilota senese, al debutto sulla pista di casa con il nuovo team Art GP, è stato quindi costretto al ritiro e la corsa ha perso subito un sicuroprotagonista, anche perché Torsellini nelle prove libere di sabato era riuscito a realizzare un gran tempo sul giro e scendere sotto il “muro” dei 49 secondi.

KZ2. In KZ2 a prendersi così le maggiori soddisfazioni è stato un altroottimo protagonista internazionale della categoria, Marco Pastacaldi che su Kosmic-Tm ha ritrovato il sorriso in chiusura di stagione andando a vincere sia la Prefinale che la bagnatissimaFinale.

In Prefinale una bella gara l’hanno disputata anche Alessio Piccini, su Tony Kart-Vortex, secondo dopo una bella lotta con Tommaso Marconi (First-Tm), anche se poi i due in Finale per la pioggia si sono un po’ “persi” fra toccate e uscite di pista. In seconda posizione è così salito Marco Pizzuti (Birel-Tm), con Fabio Ferretti (Tony Kart-Vortex) terzo. In quarta posizione ha concluso Mirko Torsellini rimontando sotto il diluvio dal fondo dello schieramento per il ritiro patito in Prefinale.

PRODRIVER AM. Nella Prodriver AM il duello per la vittoria si è incentrato soprattutto fra Manuel Tizzi e Michele Gregori, ambedue su Birel-Tm. A prevalere in Finale è stato Tizzi, mentre Gregori era riuscito a imporsi in Prefinale. Nella gara conclusiva, alle spalle di Tizzi e Gregori ha concluso in terza posizione Giacomo Morbidelli (Maranello-Tm).       

PRODRIVER PRO - ROK SHIFTER. Nella Prodriver PRO è riuscito a imporsi Andrea Palazzi (Oberon-Tm) su Claudio Tempesti (TB Kart-Tm) che aveva vinto la Prefinale. In Finale alle spalle di Palazzi e Tempesti si è piazzato Fabrizio Monti (Energy-Tm).

Insieme con i 18 piloti della Prodriver PRO hanno gareggiato anche i 5 piloti della Rok Shifter. In questa categoria il successo è andato a Maurizio Paolicchi (Tony Kart), su Tomas Fantoni (Kosmic) e Stefano Palummieri (Tony Kart).

60 MINI - ROK MINI. Anche la 60 Mini e la Mini Rok hanno corso insieme. La vittoria assoluta è andata a Nigel De Sanctis (Exprit-Lenzo) con la 60 Mini, vincitore sia della Prefinale che della Finale davanti a Andrea Di Brigida (Tony Kart-Parilla). In Finale terzo assoluto ma vincitore della Rok Mini è stato Francesco Comanducci (Top Kart), che nell’ordine d’arrivo della categoria ha preceduto Alessio Bacci e FedericoCecchi, ambedue su Tony Kart. Jacopo Guidetti (Parolin) vincitore della Prefinale è giunto quarto in Finale.

ROK - ROK JUNIOR. La Rok e la Rok Junior hanno corso insieme. Nella Rok ha vinto Giuseppe Gaglianò (Energy), che in Finale ha preceduto Stefano Dell’Aquila (Energy) vincitore della Prefinale. Terzo si è piazzato Federico Biagioli (Kosmic). Nella Junior il successo in Finale è andato a Cristian Comanducci (Tony Kart) su Andrea Bristot (Parolin) e Alessio Baldi (Tony Kart).

SUPER ROK. Nella Super Rok, con 10 piloti al via, in Finale Lorenzo Gandolfi (Energy), costretto al ritiro in Prefinale, si è prodotto in una bella rimonta sotto il diluvio fino alla vittoria. Al secondo posto si è piazzato Jacopo Vannelli su Vittorio Maria Russo, ambedue su Tony Kart.

Prossimo appuntamento il 16-17 novembre per la seconda e ultima prova del Trofeo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©