Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'AVVERSARIO

Pastore: "Il San Paolo mi mette i brividi"


Pastore: 'Il San Paolo mi mette i brividi'
06/12/2010, 15:12

Il trequartista del Palermo, Javier Pastore, ha parlato alla Gazzetta dello Sport della partita di stasera al San Paolo. Per il fantasista argentino, parole al miele per l'ex compagno di squadra, Edinson Cavani: "Cavani? Lo ringrazio davvero, lui è un grande campione come Lavezzi, che è un mio amico e sarà un piacere ritrovarlo. Con Edi è stato bello giocare la scorsa stagione, non sono affatto stupito dalle sue ultime prodezze in Europa League. Io però sto bene a Palermo, come ho detto anche recentemente l’anno prossimo mi vedo qui: parlare di Real Madrid, Barcellona o Napoli non ha senso per me in questo momento: penso solo alla mia squadra e alla Champions, un obiettivo che è alla nostra portata. E penso che anche il Napoli sia nelle condizioni di ambire a questo traguardo: è una partita tra due squadre che giocano un ottimo calcio, anche molto offensivo e spettacolare.
Giocare al San Paolo? Sarà una grande emozione, cercherò di giocare come mi chiede Delio Rossi. Sarebbe un sogno giocare bene e vincere in una partita così importante per il nostro futuro. Spero che Maradona possa seguirmi, i suoi complimenti resteranno sempre i più graditi: la definizione "maleducato del calcio per come tocca la palla" mi ha commosso perché gli è venuta spontaneamente, non ci ha pensato su. A lui devo tanto, mi ha portato in Sudafrica, gli ho dedicato la tripletta nel derby col Catania e appena torno in Argentina andrò a trovarlo. Pensare che giocherò nello stadio in cui ha fatto impazzire i napoletani mi mette già i brividi...".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©