Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Pavarese:"Il mercato del Napoli mi è piaciuto"


Pavarese:'Il mercato del Napoli mi è piaciuto'
25/10/2010, 08:10

Gigi Pavarese, ex dirigente azzurro, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista: “Napoli-Liverpool? L’attesa febbrile per la partita che poteva essere determinate per il prosieguo del cammino in Europa League, non è stata compensata da una bella partita. Gli inglesi, considerando il momento difficile in campionato, hanno preferito rinunciare alle loro stelle ed avere un atteggiamento che definire accorto sarebbe un eufemismo. L’atteggiamento del Liverpool ha messo in difficoltà gli azzurri, perché giocatori come Hamsik hanno bisogno di spazio, mentre calciatori che creano superiorità numerica come Lavezzi, sono andati a cozzare contro il muro avversario. Non dimentichiamoci, però, che il Liverpool non ha rinunciato del tutto ad offendere, soprattutto, nel secondo tempo. Il risultato alla fine è stato giusto. In Inghilterra, però, i reds dovranno fare necessariamente una partita diversa ed il Napoli avrà maggiori spazi. Mercato sbagliato? Non sono d’accordo, il mercato azzurro mi è piaciuto molto. Yebda e Sosa hanno solo bisogno di ambientarsi. Sosa in Germania non ha trovato molto spazio, ma è un giocatore che mi è sempre piaciuto. Yebda mi ricorda De Napoli, forse non ha la sua stessa tecnica ma sicuramente ha i suoi stessi polmoni d’acciaio. In futuro, farei un ritocco nel settore difensivo per ambire al quarto posto, perché il Napoli può e deve arrivarci. Ferlaino ha detto che con gli introiti derivanti dai diritti televisivi il suo Napoli avrebbe vinto tutto? Fermo restando che l’ingegner Ferlaino lo clonerei, perché è sempre stato avanti di almeno dieci anni rispetto agli altri presidenti, De Laurentiis sta facendo altrettanto bene. Oggi il calcio è cambiato edil numero uno della Filmauro sta creando ed usufruendo di nuovi introiti. Tuttavia, per essere competitivi ad alti livelli bisogna necessariamente intervenire di tasca propria. Per De Laurentiis è finito il periodo di apprendistato ed ora sta facendo tutto in prima persona, ma i risultati gli danno ragione. In futuro punterei maggiormente sul settore giovanile, perché nel Napoli ci sono le professionalità per intervenire in questo settore, vanno solo valorizzate e supportate. De Laurentiis non ama circondarsi di persone carismatiche? Bigon, dopo aver lavorato con successo a Reggio Calabria, sta facendo molto bene anche in azzurro. Probabilmente, non avrà l’esperienza e le responsabilità che aveva Marino, ma da un punto di vista organizzativo l’arrivo di Fassone potrà risultare determinate. L’ex dirigente bianconero, infatti, è l’uomo giusto per sviluppare il marketing ed il merchandising del club azzurro. L’esperienza alla Casertana? Ho accettato questa nuova sfida collaborando a titolo gratuito. Io ho un carattere particolare, perché dico sempre quello che penso. Oltretutto, capisco di calcio e questo a molti non piace…” 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©