Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA PREZIOSI

"Pazienza? Contatterò il Napoli se lo liberano"


'Pazienza? Contatterò il Napoli se lo liberano'
21/04/2011, 13:04

A Radio Crc è intervenuto Enrico Preziosi, Presidente del Genoa:
“Venire a Napoli è un sogno sfumato. Adesso però sono contento perchè sono in buone mani e lo stadio e la squadra stanno onorando il mio lavoro. Il Napoli si è meritato tutto quello che ha conquistato, in modo inaspettato. La squadra di Mazzarri non molla mai. Il Napoli ad inizio stagione non è stato costruito per lottare per lo scudetto ma si trova attualmente al secondo posto. Dopo la sconfitta contro l’Udinese si è allontanato da questo obiettivo ma il campionato che ha disputato resta ottimo e inaspettato, nonostante il Napoli non abbia una rosa di calciatori folta come quella del Milan o dell’Inter. Il Genoa ad inizio campionato è partito armato ma non ha avuto fortuna anche se non mi lamento perché poteva andare peggio. Questo campionato ci servirà da lezione per fare meglio l’anno prossimo. Apprezzo molto il lavoro fatto a Napoli, squadra che non aveva l’obiettivo scudetto ma che a cinque giornate dal termine ha possibilità di vincerlo ancora. A livello di gestione societaria, quello azzurro è il club che stimo di più. Nonostante i rapporti cordiali con De Laurentiis, sono destinato a non concludere nessun affare con il Napoli per un meccanismo oscuro e strano che non si comprende. L’affare Palacio, infatti, è fuori discussione. Milito l’ho scoperto io e l’ho portato al Genoa ma non l’ho soffiato al Napoli. Per quanto riguarda Pazienza è un giocatore che mi interessa, se il Napoli lo lascerà libero contatterò la società. Non mi piace essere in mano ai procuratori che hanno la capacità di strumentalizzare il passaggio di un giocatore da un club all’altro per questioni di lucro. È un costume che si dovrebbe abbandonare quello di permettere ai procuratori di influenzare le scelte di un giocatore. Pazienza secondo me è attaccato alla maglia azzurra e deve essere libero di scegliere consapevolmente se cambiare squadra o restare a Napoli. Il Napoli aveva una occasione per diventare leader ed andare nei piani alti, ma la troppa bravura dei padroni che sono al vertice del grattacielo l’hanno penalizzato. Napoli, Roma, Juventus, Milan ed Inter sono i cinque grandi club di questo campionato. Il Genoa verrà a giocare la partita al San Palo consapevole di affrontare una squadra forte come il Napoli. Nessuna squadra gioca per perdere ma qualsiasi sarà risultato del match andrà bene lo stesso”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©