Sport / Calcio

Commenta Stampa

DE SANCTIS

"Per l'Europa serve una rosa lunga e competitiva"


'Per l'Europa serve una rosa lunga e competitiva'
06/05/2010, 13:05

"Arrivare sesti sarebbe fondamentale." Morgan De Sanctis lo sa e non si nasconde davanti ai microfoni di Marte Sport durante la sua conferenza stampa. "Se pensiamo positivo potremmo essere impegnati nelle coppe sino a dicembre. Guadagnare più giorni d'estate potrebbe essere molto utile. Il turno preliminare però potrebbe essere giocato con una squadra debole, magari sarà un allenamento. E' ancora presto per fare certi discorsi. Non sappiamo ancora nulla, non sappiamo neanche se saremo testa di serie oppure no."
L'Europa è ormai sicura e non c'è nessun rimpianto per la champion.
"Io credo che il bicchiere sia mezzo pieno. La squadra si è trovata in una situazione di partenza di difficoltà. Siamo stati come un ciclista che rimasto staccato dal gruppo per una caduta o altro, riesce poi a recuperare alla grande. Non si può poi chiedere a quel ciclista, dopo la grande rincorsa, il grande sforzo, di restistere a tutti gli attacchi del gruppo."
Il ritorno in Europa sarà una grande vetrina per gli azzurri.
"L'Europa league che conta, quella che può darti visibilità e farti maturare è quella della fase a gironi. Il livello tecnico è altissimo. E' una grande opportunità per il Napoli per riproporsi a grandi livelli europei. Speriamo di andare in giro per l'Europa a far bella figura."
La città e i tifosi sono contenti per il risultato raggiunto. "Napoli merita di festeggiare. I tifosi, quelli veri, sono contenti di quanto fatto dalla squadra, soprattutto  per le prestazioni offerte. Sei vittorie fuori casa, due volte battuta la Juventus. Tante piccole soddisfazioni. Forse è vero, si poteva fare qualcosa di più, ma adesso è giusto sottolineare quanto di buono ha fatto questo gruppo."
Per De Sanctis il mercato non è un problema dei giocatori. "Faccio fatica ad affrontare questo argomento perchè è compito della società. Quello che posso dire è che se passiamo il turno, o i turni preliminari, tra l'Europa league, il campionato e la coppa Italia, questa squadra sino a dicembre praticamente non riposerà mai. E' opportuno quindi ampliare l'organico per poter affrontare tutti gli impegni, essere coperti se si fa male qualcuno. L'organico deve essere il più ampio e il più competitivo possibile."
Avversario per il sesto posto è la Juventus, squadra in cui De Sanctis ha militato. "Sono stati due anni importanti che mi hanno fatto crescere e maturare molto dal punto di vista professionale."
Domenica ritornerà Quagliarella. "I primi giorni sono stati i più duri per lui, non è mai facile allenarti sapendo che comunque non giocherai per un quasi un mese. Fabio è carico, consapevole che ci giochiamo ancora qualcosa di importante e vuole dare il massimo."
Il portiere del Napoli è contento del suo campionato? "Il mio andamento è stato in linea con quello della squadra, quindi posso dire di essere soddisfatto. Sono contento di come è andata."
Infine sulla nazionale. "Io ho avuto la fortuna di partecipare a tutte le competizione che una nazionale può giocare tranne il mondiale. Spero di andarci. Sento l'emozione dell'evento e spero di viverla ancora più forte. In nazionale ho ncontrato tanti giocatori che mi chiedono di Napoli e che hanno voglia di confrontarsi con questa realtà."

Commenta Stampa
di Pensiero Azzurro
Riproduzione riservata ©