Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA DE LAURENTIIS

Perchè dovrei vendere Cavani? Per lo scudetto.."


Perchè dovrei vendere Cavani? Per lo scudetto..'
15/04/2011, 11:04

Aurelio De Laurentiis sbarra la strada ad un’ipotetica partenza di Edinson Cavani. Queste le parole del patron del Napoli all’ingresso della sede della Lega di Serie A.
''Vendere Cavani? E perche' dovrei farlo? E' una questione di reciprocià anche io faccio richieste agli altri club, poi mi dicono no o si'. Non e' un problema di cifre, e' un problema di utilita'. E' una modalita' cafona pensare in una logica mercantile. I club sono societa' per azioni con finalita' di lucro e ognuno le gestisce secondo la propria necessita' di bilancio. Noi abbiamo un'amministrazione attenta, cinque anni di bilancio in utile''. Il presidente azzurro parla del finale di stagione. ''Sei partite sono tante, puo' succedere di tutto, e' questa la bellezza di questo campionato, che e' avvincente. Noi ci concentriamo partita per partita. Il vento del Nord? Le mie dichiarazioni erano relative non a questo campionato ma alla mentalita'. Se aprite la Gazzetta dello Sport si parla di Milan, Inter e Juventus. E' un problema di provincialismo italiano. Non si vuole capire che la ricchezza dell'Italia - ha concluso De Laurentiis - sta nella sua regionalita'. Serve equita', non un concetto leghista. Ma non ho niente contro la Lega Nord, per l'amor di Dio''.

Il patron del Napoli parla a ruota libera della situazione del calcio italiano, e non solo.
"Per rendere piu' competitivo il calcio italiano rispetto al resto d'Europa e aumentarne il fatturato - ha dichiarato De Laurentiis-' bisogna far passare la legge sugli stadi e bisogna farla finita con questa telenovela di uno squallore senza precedenti. E' necessario che il governo prenda coscienza e faccia passare la legge. Dobbiamo riappropriarci del calcio scommesse insieme alla federazione, Lega e Coni. E dobbiamo aumentare il gettito a favore del calcio italiano, in modo che possa essere piu' competitivo. Poi vorrei abolire Europa League e Champions e fare un'unica grande competizione governata dalle Leghe, non dalla Fifa o dalla Uefa''. Sul fair play finanziario, ''chi non e' nell'Unione Europea - ha spiegato De Laurentiis - potrebbe usare mezzi non consoni per sfuggire alle regole. Quello di Platini e' un discorso politico per avere piu' controllo sui club''

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©