Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

NOTTE EUROPEA

Perchè l'Europa è diversa...


Perchè l'Europa è diversa...
16/09/2010, 09:09

Napoli deve fare attenzione. In Europa il calcio cambia, e non solo per il tenore degli avversari. Anche perchè stasera dinanzi agli azzurri ci sarà l'Utrecht, di certo non superiore alla Fiorentina affrontata due settimane fa. Di diverso, invece, c'è il contorno alla partita. Innanzitutto le regole più ferree per i tifosi. L'Uefa non vuole rischi di alcun genere, e in questo è stato saggio il comportamento di capitan Cannavaro nel mettere in guardia gli ultrà azzurri. In Europa non si scherza, dunque niente petardi o fumogeni. Il rischio è quello di esser costretti a giocare a porte chiuse o avere addirittura la squalifica del San Paolo. E di certo a nessuno farebbe piacere godersi allo stadio Napoli-Utrecht e dover guardare da casa Napoli-Liverpool. Napoli e i napoletani aspettano da troppo tempo una serata del genere, e non va rovinata. Altro elemento da tenere sotto osservazione è l'arbitraggio. In Europa si una la direzione di gara all'inglese, il che significa più gioco e meno simulazioni. Inutile protestare al minimo scontro di gioco, anche perchè il 31enne ungherese Istvan Vad, direttore di gara, ha il cartellino rosso facile (4 espulsioni in 11 partite europee arbitrate). Diverso è il pallone utilizzato per le gare di Europa League. Si tratta del famoso "Jabulani", pallone reso celebre nell'ultimo Mondiale sudafricano per il suo peso al disotto della norma e le papere a cui erano costretti i portieri che lo affrontavano. A questo ha provato a porre rimedio il preparatore Papale che ha riservato a De Sanctis, Iezzo e Gianello un allenamento specifico con il "pallone-maledetto". Di diverso, infine, c'è l'inno della competizione. Non certo emozionante come quello della Champions, ma comunque di stile. Sarà lui ad aprire la magica serata partenopea. In attesa che la chiusura sia dedicata all'altro inno che da sempre accompagna i colori azzurri: "'O surdato 'nnammurato".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©