Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL CORRIERE

Pescara, un'auto dei vigili blocca l'ambulanza


Pescara, un'auto dei vigili blocca l'ambulanza
15/04/2012, 11:04

Tutto lo stadio che urla furibondo, quasi 10mila tifosi in apnea. I minuti passano implacabili, sono appena 3, però contestualizzandoli vanno centuplicati. E l'ambulanza che ancora non si vede. Eppure è lì, a pochi metri. Non si muove perché è bloccata da una macchina dei vigili urbani parcheggiata male. Grottesco ma vero. Riletta con uno sconsolato senno del poi la situazione è stata risolta rapidamente. Perché mentre alcuni giocatori del Pescara correvano all'impazzata per prendere almeno la barella, un inserviente rompeva il finestrino e la spostava. La macchina del 118 dopo 4 minuti è già in direzione ospedale con il povero Morosini e il personale sanitario a bordo, qualcuno racconta invece di avere visto un vigile dileguarsi con la vettura di servizio dal finestrino rotto. La polemica infuria, l'episodio ha disturbato tutti tanto che in serata un gruppo di ultras del Pescara si è recato con aria minacciosa davanti al Comando dei vigili. Ma i medici interpellati, che non sono parte in causa, assicurano che non sarebbe cambiato niente. Quella di Piermario tecnicamente si definisce morte improvvisa, cioè sopraggiunta entro un'ora dalla arresto cardiaco. Se il cuore avesse ripreso a battere entro i primi 10 minuti, in teoria non ci sarebbero state neanche conseguenze cerebrali, invece il destino ha deciso diversamente. I sanitari del Pescara, Ernesto Sabatini e Claudio D'Arcangelo, si sono precipitati sul ragazzo. Esattamente 7 anni fa i due avevano salvato la vita del calciatore Roberto Vellucci, vittima di un arresto cardiaco dopo uno scontro con un compagno in allenamento. Purtroppo i miracoli non sempre si ripetono e adesso anche loro possono solo piangere, come tutti gli altri.

FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©