Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'OPINIONE

Pioli: "Orgoglioso dei miei; il rigore non c'era"


Pioli: 'Orgoglioso dei miei; il rigore non c'era'
17/01/2012, 00:01

 "Abbiamo fatto un'ottima prestazione, non era facile venire a Napoli a tenere testa a un avversario cosi' forte, con un'organizzazione di gioco ben definita e giocatori di valore assoluto". Stefano Pioli applaude il suo Bologna dopo l'1-1 strappato al San Paolo. "La squadra ha giocato con grande compattezza, ha tenuto bene il campo - e' l'analisi del tecnico dei felsinei ai microfoni di Sky Sport - Abbiamo sofferto gli attacchi del Napoli ma non abbiamo mai smesso di ripartire". Pioli non nasconde che a un certo punto aveva creduto nell'impresa dopo il vantaggio di Acquafresca. "Ci avevamo fatto la bocca - ammette - Seppur spingendo, il Napoli non ci stava creando grandi problemi, poi il rigore ci ha penalizzato ma restano il risultato positivo importante e la prestazione di una squadra che ha saputo giocare bene". Pioli ha protestato molto per il penalty concesso per il mani di Perez e anche al termine della gare resta convinto che l'arbitro Brighi ha preso un abbaglio. "Il regolamento parla chiaro - sottolinea - il fallo di mano, per essere dato il rigore, deve essere intenzionale e non credo che il mio giocatore abbia preso la palla con la mano volontariamente. Il regolamento non e' stato applicato correttamente". Nota lieta Taider, buttato dentro dal primo minuto e tra i piu' positivi. "Il Bologna ha in organico dei validissimi giovani che hanno bisogno di tempo ma che hanno qualita' tecniche e caratteriali per essere importanti in futuro - conclude Pioli - Taider e' un giocatore dotato di dinamismo e aggressivita', ha fatto una buona partita".

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©