Sport / Basket

Commenta Stampa

Pontano supera SMIT Roma


Pontano supera SMIT Roma
11/04/2010, 11:04

PONTANO BK NAPOLI: Di Roberto, Davini 8, Astuto 13, Notaro 10, Vullo 10, Illiano, Orefice 5, Mele 10, Artiaco ne, Cervo 5.
Coach Licursi.

SMIT ROMA: Costantini 5, Matuozzo 5, La Rota 5, Criscimanni 2, Bruno 6, Giani 8, Colarossi, Picciuto 3, Musicco, Iacoangeli 25. Coach Sardo.

ARBITRI: Fontanella Molea di Catanzaro e Placanica di Gioiosa Ionica (RC).
PARZIALI: 22–19, 27–31, 43–45.
USCITI PER FALLI: La Rota (SR).

Importante vittoria di misura (61–59) per il Pontano Basket Napoli. Smit Roma domata al termine d’una partita molto combattuta, in particolare nel secondo tempo, con vantaggi non superiori ai 6 punti per i campani (al 5°) di 4 per i laziali (al 20°, al 32°). Un plauso a tutto il roster padrone di casa, ma anche ai supporters che hanno sostenuto continuamente i propri beniamini.
Buon impatto sul match dei biancocelesteblù che difendono bene ed in attacco pur ragionando le proprie azioni riescono a colpire con buona frequenza. Vullo è il più ispirato (7 punti), poi lo affiancano anche Astuto e Davini con il punteggio che sorride sempre (13–7 al 5°). I laziali tentano la carta del tiro da 3, la percentuale è discreta, non da meno quella dei campani (16–12 al 7°). Coach Sardo ricorre ad un doppio cambio che sortisce qualche effetto soprattutto difensivo (solo 3 lunghezze subite), ma la rimonta è vanificata dal canestro conclusivo di Davini: 22–19 al 10°.
Nel secondo periodo le difese hanno lavorano meglio degli attacchi. Le palle recuperate o i rimbalzi catturati fioccano per entrambe le squadre. Quella ospite non segna più da 3, deve cercar gloria nell’area dove gli spazi sono pochi per tutti. Entrambi gli allenatori operano diverse sostituzioni, ma il fatturato realizzativo non decolla. Il risultato sorride ora all’una ora all’altra formazione, ma sempre di poco (22–23 al 12°, 26–25 al 15°, 27–31 al 20°).
Pareggio immediato dei padroni di casa (31–31 dopo 50”) che con la loro pressione a tutto campo recuperano ben 7 palloni, ma non concretizzano a dovere i successivi possessi trovandosi subito nuovamente a rincorrere i contendenti (31–35 al 23°) riagganciati al 25 a quota 35. Le percentuali s’abbassano per merito del lavoro difensivo dei due quintetti che, però, raggiungono presto il bonus di falli concedendosi vicendevolmente gite in lunetta. I viaggianti sono leggermente più precisi, ma a determinare il 43–45 del 30 il canestro a fil di sirena di Iacoangeli.
Si segna pochissimo in avvio d’ultimo quarto con il tecnico partenopeo che ricorre al time out dopo 2 palle perse in attacco (43–47 al 32°). Serve un altro minuto per vedere il primo canestro del Pontano Basket Napoli che poi non si ferma più per diversi possessi capovolgendo il punteggio al 34° (51–48) con un 8–1 frutto anche della bontà della difesa a zona. Iacoangeli piazza 2 bombe con cui pareggia a quota 54 al 36°. La tensione sul parquet è palpabile, la posta in palio è importante per entrambi i team. La Smit Roma è più spesso avanti, ma Mele (4/4) tiene sempre a contatto i biancocelsteblù. Notaro firma il +1 a 100” dalla sirena (60–59). Finale Thrilling. Ad 8” dalla fine c’è l’antisportivo decretato a Bruno: Astuto segna un solo personale, poi i campani perdono palla. Notaro commette fallo su Giani (0/2): 61–59.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©