Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA IL POCHO

"Poteva essere l'anno dello scudetto"


'Poteva essere l'anno dello scudetto'
12/05/2011, 14:05

Ezequiel Lavezzi, ospite del salottino di radio marte, parla del Napoli, di Napoli, di nazionale e della voglia di togliersi ancora tantissime soddosfazioni con entrambe le maglie.
"Ci manca un solo punto per raggiungere un obiettivo per il quale abbiamo dato il massimo durante tutto l'anno. Proprio perchè ci manca un punto solo dobbiamo essere tranquilli e devono stare tranquilli i nostri tifosi. Il San Paolo sarà di nuovo pieno, le urla della gente mettono i brividi. Lo stadio di Napoli è quanto di più simile c'è agli stadi del mio Paese. Le cose belle del calcio sono proprio queste."
Durante il ritiro estivo, la squadra credeva di poter arrivare così alto?
"Sinceramente no, ma abbiamo disputato una grande stagione. La squadra è rimasta in alto per quasi tutto il campionato. Quello che mi dispiace è che questa forse poteva essere l'annata giusta per lottare anche per il campionato. Non ci siamo riusciti per colpa nostra, la partita chiave è stata quella con l'Udinese. Se si mantiene la base del gruppo, se cresciamo insieme e arrivano alcuni giocatori per ampliare la rosa, sono certo che possiamo lottare per lo scudetto e magari anche in Europa."
In questa stagione il Napoli si è tolto tante soddisfazioni.
"Peccato che io abbia segnato poco, il gol mi manca. Io in campo do il massimo e cerco di far segnare i miei compagni, speriamo che riesca a segnare in queste ultime due partite."
In questi anni di Napoli è cambiato anche il look di Lavezzi.
"Sono cambiate tante cose, adesso ho anche la mia fidanzata che mi da molti consigli. Se dovessi dare un consiglio di moda a qualcuno dei compagni lo darei a De Sanctis. Morgan deve migliorare, ha 34 anni è giovane e guadagna bene, non dovrebbe vestirsi con gli stessi abiti che aveva quando giocava nell'Udinese."
A giugno arriverà a Napoli un altro argentino, Federico Fernandez.
"Io lo conosco molto poco, ma le voci che arrivano dall'Argentina sono molto buone. E' venuto alla ribalta da poco e come ogni bravo giocatore argentino ha subito trovato un ingaggio in Europa."
Quale sarebbe il calciatore ideale secondo il Pocho?
"Il piede destro di Sosa, il sinistro di Ruiz, il colpo di testa di Yebda, il tiro di Cavani, la visione di gioco di Sosa, il fiuto del gol di Marek, la grinta di Blasi e Gargano, il fisico di Campagnaro e la personalità del gruppo, la corsa di Gargano e la cazzima di Cannavaro."
Finale divertente con un Pocho senza filtri. Cosa dice a Lavezzi la gente per strada?
"Strunz! Ora hanno cambiato anche il coro allo stadio, non cantano più "Pocho, Pocho" ma "Frocio Frocio."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©