Sport / Vari

Commenta Stampa

Chiara Carratu’, 20enne di Posillipo, pronta per l’Austria

Prima napoletana in Coppa Europa, patrocinio della Regione


.

Prima napoletana in Coppa Europa, patrocinio della Regione
29/11/2010, 16:11

NAPOLI - Chiara Carratu’ è la prima atleta napoletana a vestire i colori della nazionale italiana. Anzi, di più: è la prima atleta residente a sud di Roma a raggiungere questo primo, importante traguardo. Nata a Posillipo 20 anni fa, la Carratu’ affronterà la prima gara della Coppa Europa l’8 dicembre in Austria. La giovane atleta ha ottenuto il patrocinio morale dalla Regione Campania. “Anche se, - ha spiegato il presidente Caldoro, - mi dispiace che per le difficoltà economiche ci limitiamo solo a dire ‘ci siamo’”.

Parlando dell’importanza, anche simbolica, della partecipazione di una giovane atleta napoletana alla Coppa Europa, Caldoro ha aggiunto: “Vedremo come possiamo fare in modo che questa esperienza venga usata sia per fare rete che per proporre un’immagine positiva della Campania”.

Un'idea ripresa anche dall'esponente del Pdl Luciano Schifone che per l'occasione annuncia l'elaborazione di una nuova legge regionale "in cui abbiamo immaginato il sostegno della regione ad atleti che si sono distinti per eccellenza. Vogliamo creare le condizioni perche' restino a fare attivita' sportiva nella regione Campania". Una carriera cominciata prestissimo, quella di Chiara Carratu', che ha indossato gli sci per la prima volta a 3 anni. "Non mangiavo - spiega - e cosi' il pediatra consiglio' di portarmi per sviluppare l'appetito". "E' un periodo difficile ma non vedo perche' si debba rovinare l'immagine di una citta' cosi' bella - dice - alle mie compagne di squadra dico che non devono fare luoghi comuni sulla citta'". Anche per questo la nazionale italiana molto probabilmente verra' ospitata in citta' per uno stage estivo 'a secco'. "E' uno sporto completo - conclude Caldoro - e' bello avere a che fare con la natura. C'e' tutto, sacrifici logistici, lo sforzo della famiglia, una volonta' di ferro".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©