Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

ORE CALDE

Primi affari: inizia la lunga estate di Bigon


Primi affari: inizia la lunga estate di Bigon
15/06/2011, 09:06

E' partito il calciomercato azzurro. Dalle chiacchiere si è passati ai fatti. Giusto quindici giorni dopo l'inizio del mese di giugno; esattamente a quindici giorni dall'apertura ufficiale del mercato per la Lega calcio. Dal primo luglio si potranno depositare i contratti, ma le firme dovranno già essere poste su carta. Almeno quelle di chi ha già le idee chiare, non ha un legame con nessuna altra società o è in rotta di collissione con questa. I primi affari, inutile dirlo, sono legati al mercato degli svincolati.

NERO SU BIANCO - Nella lista dei giocatori senza contratto il Napoli ha deciso di pescare per ora due nomi. Il primo è quello di Mario Alberto Santana da Comodoro Rivadavia. Argentino, 29 anni, una gran carriera in Italia con le maglie di Chievo, Palermo e Fiorentina, l'esterno ex viola rappresenta una sicurezza sotto il piano tecnico e sotto il profilo dell'esperienza. Qualche dubbio sul piano fisico (molti gli infortuni in carriera), ma in qualità di rincalzo di lusso renderà più che bene. Sicuramente meglio di Josè Ernesto Sosa. Argentino, come lui, ma armato di poca personalità per poter esaltare il pubblico italiano nel suo primo anno di Serie A. Tra i due sarà una staffetta sudamericana, con il primo che metterà tutto nero su bianco al momento della partenza del secondo.

DOPPIO VIOLA - Santana non dovrebbe essere l'unico ad imbarcarsi sull'aereo di linea Firenze-Napoli. Dall'organico viola è in dirittura d'arrivo anche Marco Donadel. Per il 28enne mediano di Conegliano Veneto il discorso è simile a quello fatto per il suo ex (e futuro) compagno di squadra argentino. Esperienza e corsa al servizio del gruppo. Un usato garantito per una panchina di lusso. E in più, a costo zero.

ATTACCO - Sulla piazza restano anche altri nomi importanti senza un contratto. Quello più vicino al Napoli sembra essere David Trezeguet, di ritorno dall'esperienza spagnola con l'Hercules. Per l'ex punta della Juventus, Bigon ha deciso di prendere tempo. Lo stesso tempo che non vuole perdere il procuratore del francese, Antonio Caliendo, il quale continua a mandare segnali d'amore alla piazza partenopea. Il nodo è nell'ingaggio, ma non pare essere insuperabile. In alternativa, c'è un altro attaccante che vuole Napoli e si darebbe a zero euro: è Cristiano Lucarelli, più uomo spogliatoio che uomo squadra. Ma la sua permanenza a Napoli potrebbe anche andare oltre il ruolo in rosa.

COMPROPRIETA' - In quindici giorni si chiude anche il discorso comproprietà. anche qui la lista dei giocatori a metà tra un club e l'altro è infinita. In molti casi si tenta la "conciliazione" con rinnovo dell'intesa, o riscatti a basso prezzo. Bigon per ora si è mosso solo su un nome: Blerim Dzemaili. Lo svizzero è a metà tra Parma e Torino. Nessuno dei due club vuole perderlo, nè cederlo a basso costo al rivale. Il direttore sportivo azzurro ha giocato allora d'astuzia. Incontrato Petrachi, ds del Torino, Bigon ha raggiunto l'intesa con i granata per l'acquisto del giocatore. Ma al Napoli non interessa la metà del cartellino. Pertanto, Torino e Parma andranno regolarmente alle buste per lo svizzero. Nella busta emiliana ci sarà una buona offerta d'acquisto. In quella piemontese ce ne sarà una ottima, dietro cui c'è il Napoli. Se ad aggiudicarsi il giocatore sarà il Torino, allora Dzemaili vestirà la maglia azzurra l'anno prossimo. In caso contrario, si guarderà altrove.  

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©