Sport / Vari

Commenta Stampa

PRIMO MEMORIAL GEPPINO SILVESTRI, UN ENORME SUCCESSO


PRIMO MEMORIAL GEPPINO SILVESTRI, UN ENORME SUCCESSO
21/12/2008, 13:12

Che il maestro Geppino Silvestri fosse molto amato e stimato era cosa risaputa, ma il successo che ha riscosso il 1° “Memorial Geppino Silvestri la festa della boxe”, organizzato dalla Napoliboxe-Luma Service in collaborazione con la Straight To Video, è andato oltre ogni più rosea aspettativa.

Centinaia di persone hanno partecipato alla serata nella palestra della Napoliboxe ai Ventaglieri e, tra questi, tanti campioni del passato, tutti allievi di Geppino Silvestri: Elio Cotena, Alfredo Raininger, Mario Lamagna, Luigi Fasulo, Vincenzo Guerra, Agostino Cossia, Ciro De Leva. Con loro anche il giornalista Franco Esposito, uno dei maggiori esperti di boxe in Italia, che ha raccontato il suo ricordo del maestro in modo particolarmente commovente: “Geppino è stato un maestro anche per me – ha spiegato Esposito - soprattutto nella vita, e non avendolo potuto salutare al funerale non potevo mancare in questa occasione”.

Proprio Franco Esposito lanciò negli anni scorsi un’idea che il regista Fabrizio Bancale ha tramutato in realtà; un documentario che, prendendo spunto dalla vita di Geppino Silvestri, ripercorresse la storia della boxe e della società napoletana nel dopoguerra. Il lavoro è stato presentato ieri in anteprima, dopo gli incontri tra i dilettanti, riscuotendo commenti molto positivi non solo tra i tecnici ma anche tra coloro i quali non conoscono a fondo il mondo della boxe. “Il documentario mi ha permesso di conoscere il maestro Silvestri – ha spiegato il regista - e ho capito che tutti quelli che lo hanno conosciuto gli sono grati per quanto ha insegnato loro. Ho scoperto grazie a lui il mondo della boxe e ne sono rimasto affascinato”.

La serata si era aperta con gli incontri tra dilettanti che hanno visto le vittorie, tutti ai punti dopo match molto combattuti, di Adduci su Di Mario, di Santoro contro Scarpino (pugile della Napoliboxe), di Cennamo su Bartucci e dell’altro atleta della Napoliboxe, Sivo, contro Morabito.

La riunione è poi proseguita con i match dei professionisti della Napoliboxe, con Sergio Contino che ha battuto per kot alla terza ripresa il rumeno George Sandu e Pasquale Parmigiano che ha superato ai punti l’altro rumeno Florin Oanea.

Infine, il match-clou della serata tra Ciro Pariso della Napoliboxe ed il ternano Massimo Deidda, valido come finale della Procup pesi gallo. Sfida molto combattuta, con Pariso che nella prima parte comanda il match, cedendo leggermente nel finale anche a causa della grande esperienza del suo avversario. Nonostante questo, però, il pugile napoletano, sostenuto dai suoi tantissimi tifosi, si è aggiudicato l’incontro ai punti, assicurandosi la possibilità di combattere per il titolo italiano. Sicuramente nel 2009 Pariso sarà sul ring per il titolo del Mediterraneo Wbf, la cui cintura è stata presentata a fine match da Matteo Fratini della Wbf.

 Emozionato e soddisfatto a fine riunione Lino Silvestri, organizzatore dell’evento e figlio del maestro Geppino: “Il lavoro svolto con tanti pugili ha dato a mio padre grandi soddisfazioni. Vedere molti di loro stasera con noi sul ring è stato emozionante e li ringrazio per questo. C’è un po’ di ognuno di loro anche dietro l’Oscar che la Federazione gli ha assegnato negli anni scorsi. Questa serata è stata organizzata così come lui avrebbe voluto e i pugili giovani che stiamo facendo crescere seguiranno gli insegnamenti che lui ha lasciato a tutti noi e che noi dobbiamo trasmettergli”.

Alla manifestazione hanno anche partecipato l’assessore allo sport della Provincia di Napoli, Maria Falbo, il presidente del consiglio comunale di Napoli, Leonardo Impegno, ed il vice presidente della prima Municipalità, Maria Luisa Rega, sempre vicina alle iniziative della Napoliboxe, che ha consegnato la Procup al vincitore Ciro Pariso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©