Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

FIGLI DEL DOPO DIEGO

Provateci voi a nascere nel 1982...


Provateci voi a nascere nel 1982...
22/05/2012, 14:05

Provateci voi a nascere nel 1982, per diventare tifosi incalliti del Napoli col tempo e poi subirsi 15-16 anni (primo abbonamento nel '92 e fine delle sofferenze vere nel 2007) di delusioni profonde (e qualche minuscola gioia).

Provateci voi a stare seduti accanto per decenni a chi ha visto DI(EG)O, a chi ha ancora vive negli occhi e nella mente le sue gesta... a chi ha gioito e preso in giro tutti i tifosi delle altre città per anni, potendo vantarsi di avere il più grande di tutti i tempi in squadra, gustandoselo dal vivo, al San Paolo.

Provateci voi ad avere accanto chi aveva una squadra fortissima e di cui andava orgoglioso, mentre a te restavano i cocci del dopo Maradona. Quei cocci, poi, li vendevano pure (Ferlaino).

Provateci voi a fallire, a giocare per anni con squadrette ridicole in paeselli sperduti e a non poter mai gioire per una vittoria, perché dovuta.

Provateci voi a subire Reja per qualche anno e quel suo tema tattico "vorrei ma non posso… magari, se sbagli, ne approfitto". Vomito. Al solo ricordo.

Provateci voi ad avere Montervino capitano (e simbolo) per anni, a non vincere mai niente, mentre tutte le altre grandi città d’Italia (chi più, chi meno) raccolgono onori e soddisfazioni.

Provateci, voi.

E poi potrete dirmi che sono un idiota. Perché, dal minuto 83' della gara di domenica sera con la Juve, fino a 20 minuti oltre il fischio finale, piangevo a dirotto. E non di gioia, ma singhiozzando.

Al pensiero di quanto ho gridato, di quanto mi sono sbattuto, di quante energie fisiche, economiche e mentali ho riversato in questo cacchio di gioco.

Meraviglioso, stupendo, unico. Ma pur sempre un gioco, un gioco in cui desideri misurarti con chi è come te o, magari, superiore a te.

Per magari vincere e, finalmente, avere una cacchio di ragione per gioire...

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©