Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL PRIMO ACQUISTO

Può essere l'uomo giusto?


Può essere l'uomo giusto?
18/07/2010, 06:07

Il primo colpo tanto atteso alla fine è arrivato. L'attesa è stata tanta, serviva uno sforzo economico serio da parte del presidente, sofrzo che alla fine è arrivato acquistando un giocatore nel reparto dove più serviva: l'attacco.
Cavani è un giocatore straordinario: ha classe, velocità, tecnica ed appena 23 anni. Un campione con enormi margini di miglioramento. Cavani è un giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero allenare e che tutti i tifosi vorrebbero veder giocare con indosso la maglia della propria squadra.
La certezza è una: le doti di Cavani non si discutono. I dubbi però sono altri. Siamo sicuri che Cavani possa essere il bomber da 20 gol tanto cercato? Con la maglia rosa nero ha messo a segno 34 reti in 109 partite, numeri non certo altissimi. Inoltre, non si rischia di prendere un doppione di Quagliarella? Cavani non ha mai giocato da prima punta e snaturarlo magari potrebbe non farlo rendere al massimo. Infine, dubbio ancora più atroce, l'eventuale acquisto di Cavani, non rischia di trasformare in realtà l'incubo di tutti i tifosi azzurri e cioè la cessione di Quagliarella?
Sia chiaro, ovviamente tutti speriamo che queste siano domande stupide, stupide ma pur sempre legittime visto e considerato quanto è venuto fuori nelle scorse settimane. 
La mancanza di un vero centravanti d'area di rigore a Napoli ormai si sente da troppo tempo e la paura che ancora una volta si sia preso un giocatore fortissimo ma non adatto alle esigenze di questa squadra è naturale.
Nonostante i tanti dubbi e i tanti timori, bisogna però dire che l'uruguaiano può davvero far fare il salto di qualità agli azzurri. Giocatori di questo calibro possono cambiare il corso di una partita, se non di un'intera stagione. Bisogna riconoscere a De Laurentiis di aver tenuto fede a quanto dichiarato quando aveva rifiutato Luca Toni: "Prenderò giocatori forti che possano dare a questa squadra un contributo duraturo nel tempo". Cavani può farlo. Con Lavezzi, Quagliarella ed Hamsik non dovrebbe esserci nessun problema di natura tattica, quelli che sanno giocare a calcio si capiscono sempre, ma alla fine questi sono pensieri che lasciamo volentieri a Mazzarri che, senza dubbio, sarà capace di trovare la formula migliore per metterli in campo. Il mister infatti, vista la voglia dell'attaccante della Celeste di giocare prima punta, sta già pensando ad un tridente con il Pocho e Quagliarella e con Hamsik abbassato a centrocampo vicino all'altro uruguaiano Gargano. Cavani sembra essere l'uomo giusto, la speranza è che possa essere l'uomo giusto nel posto giusto.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©