Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Una notte da leoni al San Paolo

Quanto sei bello, Napoli


.

Quanto sei bello, Napoli
22/02/2012, 16:02

Quanto sei bello, Napoli. E quanto sei cresciuto nel tempo. Quanto amore hai regalato, e quanto ne hai ricevuto per una sera. Cinquantamila labbra ti hanno baciato, ed urlato “Champions” nella notte azzurra, costellata di coriandoli d’oro e perle di calcio giocato.
Quanto hai sofferto, Napoli. E quanto hai sbagliato. Dai tuoi errori, da quelli del tuo capitano, hai rialzato la testa e lottato di nuovo. Con più tenacia, più fame di prima. Preferendo, per davvero, salsa e tango al ritm ’n’ “Blues”.   
Quanto hai corso, Napoli. Sulle ali di chi ha voglia di prendersi il mondo, e lo fa mettendo a segno i suoi primi due gol europei. Nella rabbia di chi vuole essere il più forte di tutti, e sa inventarsi gol con la forza del suo gracile corpo prima che con la sua tecnica.
Quanto hai esultato, Napoli. Per tre volte hai saltato di gioia e fatto tremare lo stadio. Per tre volte hai strappato urla, applausi, lacrime e commozione. A chi sta sempre lì, a fare spettacolo e a goderselo. A piangere e a sorridere. A fare ironia e criticare. A pagare più del dovuto per alzare le mani al cielo e sussurrare per l’ennesima volta: quanto sei bello, Napoli!

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©