Sport / Vari

Commenta Stampa

Quasi 100 barche per la 57.ma Regata dei Tre Golfi


Quasi 100 barche per la 57.ma Regata dei Tre Golfi
11/05/2011, 13:05

Saranno circa ottocento i velisti, in rappresentanza di quasi cento team, che parteciperanno alla “57.ma Regata dei Tre Golfi” in programma il 13 maggio, con la suggestiva partenza alla mezzanotte, sotto la luce delle fotoelettriche, dopo la cena in onore dei regatanti sulle terrazze del Circolo del Remo e della Vela Italia, organizzatore della manifestazione velica.

Ancora una volta lo sforzo organizzativo del sodalizio rossoblù è stato premiato con una adesione di partecipanti straordinaria, ben 40 imbarcazioni in più rispetto all’edizione 2010, che sottolinea la tradizione velica dell’evento, ma anche una formula sempre vincente che attira i più importanti protagonisti della vela. Anche quest’anno la regata sarà una prova del Trofeo d’Altura del Mediterraneo e del Campionato Italiano Offshore.

La “Regata dei Tre Golfi”, che attraversa i golfi di Napoli, Gaeta e Salerno per un percorso di circa 170 miglia, con arrivo a Napoli, rappresenterà la prova di apertura della “Settimana dei Tre Golfi” che sarà protagonista ad Ischia - Lacco Ameno dal 19 al 22 maggio.

La notte tra venerdì 13 e sabato 14, alla mezzanotte, saranno le fotoelettriche fornite dalla Marilist della Marina Militare, ad illuminare, per gli spettatori presenti sul lungomare, la flotta che partirà dallo specchio d’acqua antistante S. Lucia.

Tra i partecipanti spiccano Wolverine, il First 34.7 cantieri Beneteau dell’armatore Giacomo dell’Aria che vinse lo scorso anno, ma anche i due “giganti” White Not, lo Swan 56 piedi di Fabio Scalzi e Aleph, la barca più grande presente nella flotta, del napoletanissimo Giorgio Ruffo. Tutti però dovranno fare attenzione a Saphira, dell’armatore Archivolti, che lo scorso anno, con Paolo Cian al timone, vinse in tempo reale la regata conquistando il challenge perpetuo Coppa Gustavo d’Andrea.

Tra le novità dell’evento la scelta operata dal Consiglio di Direzione del Circolo “Italia” che, invertendo i canoni classici dello sponsoring, ha inteso dare la propria collaborazione al FAI, Fondo Ambiente Italiano. In particolare proponendo ai partecipanti di sostenere il progetto per la valorizzazione della Baia di Ieranto, proprietà del FAI, luogo di bellezza incontaminata, all’interno della Punta della Campanella che la flotta della “57.ma Regata dei Tre Golfi” doppierà durante la gara.

Mentre al fianco dell’organizzazione restano i fedelissimi sponsor tecnici: Ferrarelle Spa, Banca Popolare di Ancona e Marina Yachting che vestirà gli equipaggi partecipanti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©