Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA SVOLTA

QUI CHELSEA - Di Matteo fa fuori i "capi" e vince!


QUI CHELSEA - Di Matteo fa fuori i 'capi' e vince!
07/03/2012, 11:03

Svizzero, non per forza neutrale. Roberto Di Matteo, alla prima da capo allenatore del Chelsea, è andato per la scelta di campo: non ha abiurato il 4-3-3 e ha portato in panchina, oltre all’ex infortunato Terry, il poker Lampard, Essien, Sturridge, Drogba. I tre grandi vecchi, i presunti capi dello spogliatoio più Sturridge, il più in forma. Non solo. Prima della partita, a chi aveva chiesto spiegazioni, RDM aveva risposto: «Abbiamo bisogno di energia, ho voluto dare freschezza alla squadra». Interpretazione di coraggio, poche ore dopo aver preso in mano una squadra accusata di avere più anni che motivazioni.
Solito Torres - La mossa però all’inizio non paga, perché il Chelsea per un tempo non passa e i tifosi arrivati a Birmingham prima cantano per Mourinho, poi si esprimono anche sul principale candidato alla panchina: «F**k off Benitez, non ti vogliamo qui». Per un replay degli ottavi di Fa Cup, il livello di tensione è altino e così resta fino al minuto 53 quando Ramires crossa da destra, Kalou forza due rimpalli e Mata devia in spaccata. Non è un caso: Mata, a parte il rigore sbagliato sul 2-0, è sembrato il giocatore più forte in campo e la fascia destra ha trasportato verso area tutti i pericoli del Chelsea. Anche il secondo gol è nato da quella parte: cross di Ivanovic, sponda di Ramires, tiro da fuori... alla Di Matteo di Meireles. Che non esulta, forse per solidarietà con Villas Boas: lui e Mata erano tra i fedelissimi. In sei minuti, fine della storia, perché il Birmingham conferma lo status da squadra sesta in Championship: lotta ma produce poco-nulla, nonostante un discreto Zigic, grosso e forte di testa come quando si fece conoscere con la Stella Rossa. Meglio lui di Torres, lento e in crisi di fiducia: dall’area in su, ha sbagliato quasi tutto e non ha nemmeno calciato il rigore nel finale. Di Matteo e la squadra lo hanno lasciato a Mata, e forse hanno perso un’occasione: tra 7 giorni contro il Napoli, e nei quarti in casa col Leicester, servirebbe anche lo spagnolo biondo.
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©