Sport / Vari

Commenta Stampa

RACCATAPALLE"AMICO" IL PALERMO FA RICORSO


RACCATAPALLE'AMICO' IL PALERMO FA RICORSO
29/01/2008, 10:01

E’ vero il calcio sembra il punto di incontro di tutte le polemiche, nervosismi e dibattiti ma ci sono dei casi dove alzare polveroni ha le sue ragioni. Il Palermo ha chiesto alla Procura federale e alla Lega Calcio l'invalidamento del risultato della partita di sabato scorso con la Roma. Il ricorso è in merito alla rete decisiva segnata dalla Roma nella partita di sabato contro i rosanero, in occasione del calcio d’angolo dal quale si è sviluppata l’azione del goal di Mancini c’è da recriminare, il comportamento del raccattapalle, che ha fatto guadagnare secondi preziosi posizionando nell’arco d’angolo ai piedi della bandierina la palla calciata rapidamente dalla Roma, è irregolare. Il regolamento della Figc dice testualmente che "i raccattapalle devono rimanere dietro i cartelloni pubblicitari senza ostacolare la vista dello spettatore, essi possono dare il pallone al calciatore più vicino senza camminare davanti ai cartelloni". Questo dimostrerebbe l’irregolarità del gesto del giovane che non volendo rischia di far perdere tre punti ai romani. Nulla mette in discussione la superiorità dei giallorossi ma le gare di calcio non sempre vengono vinte da chi è più forte e questo, forse, sarebbe stato un caso. Il Palermo chiede la sconfitta a tavolino per 0-3. La cosa che allibisce, se verrà valutata tale, è come sia possibile che un arbitro ma ancor di più un guardalinee a un passo dalla bandierina non abbia ricordato la regola. 

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©