Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Raio: "Arbitri hanno danneggiato anche il Napoli"


Raio: 'Arbitri hanno danneggiato anche il Napoli'
04/02/2011, 16:02

Dopo le sfuriate di Marotta e Del Neri alla fine di Palermo-Juventus, dopo le gravissime accuse rivolte all'arbitro Morganti, tutti ci saremmo aspettati il deferimento del dirigente e dell'allenatore della Juventus. Invece, almeno ufficialmente, sono arrivate soltante le dichiarazioni di Abete e di Nicchi su Morganti: "Morganti, errore grave". Parole durissime, accuse pesantissime quelle di Marotta e di Del Neri. Certamente non rispettando il tanto decantato (per anni) stile-Juventus. Ma oggi, in un mondo sempre più volgare e scurrile, anche lo stile del giovin signore (come l'ha definito Moratti) si è adeguato ai tempi parlando di "minchiate". Facile avere lo stile-Juve quando tutto andava bene, quando tanti arbitri sembravano subire il fascino della Vecchia Signora. Solo un anno fa, ad un soffio di vento Del Piero cadeva ed era rigore, Del Piero inciampava su se stesso ed era rigore. Sono state sufficienti alcune direzioni arbitrali non all'altezza (o non in linea con le attese) per far imbufalire i vertici della Juventus. E via con il silenzio stampa, via con frasi terribili nel dopo Palermo-Juve, con uno stile che in molti hanno definito arrogante.

Le considerazioni di Abete e Nicchi portano ovviamente a fare altre considerazioni, se non altro riflessioni. Con quale stato d'animo, con quale serenità d'ora in poi gli arbitri andranno a dirigere le partite della Juventus sapendo che Morganti è stato redarguito pubblicamente e severamente (verrà fermato per due-tre turni) dopo aver visibilmente danneggiato la Juve? Nel dubbio favoriranno sempre la Juve, ovviamente danneggiando gli avversari. Cosa avrebbero dovuto fare il Napoli e il Palermo tra i più danneggiati come è stato riconosciuto anche dall'Osservatorio nazionale? Non ci risulta che gli arbitri protagonisti degli errori siano poi stati messi sotto accusa e sospesi. E soprattutto non si è discusso tanto e a sproposito degli errori arbitrali che hanno danneggiato il Napoli. Un esempio? Rizzoli in Napoli-Milan. La presa di posizione di Abete e Nicchi creerà non pochi scompensi tra gli arbitri. Alcuni potrebbero anche interpretarla in modo sbagliato. Soprattutto ricordando che Krasic sinora è apparso più bravo come tuffatore che come esterno d'attacco. A mio modesto avviso, la Juventus, fuori del giro europeo, in evidente imbarazzo, anche per evitare clamori sui propri errori di mercato e tecnico-tattici, si sta aggrappando agli errori degli arbitri per giustificare o nascondere le magre societarie.

Sinceramente non vorrei stare nei panni di Rocchi di Firenze che domenica fischierà Cagliari-Juventus, mentre mi piacerebbe conoscere il pensiero del presidente Cellino che si vede arrivare una Juve arrabbiata con gli arbitri e con uomini di spicco del calcio che immediatamente hanno preso posizione dopo la sfuriata bianconera. Cellino non è dolce di sale e non lo è neanche il popolo sardo.

Fonte: Vittorio Raio per Radio Marte

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©