Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Raio: "Dove sono quelli che criticavano Mazzarri?"


Raio: 'Dove sono quelli che criticavano Mazzarri?'
21/03/2011, 13:03

Spesso, il costo del cartellino dei calciatori lievita di anno in anno. E lievita anche il loro ingaggio. Qualche esempio nel Napoli: quanto valevano Lavezzi, Hamsik e Cavani quando De Laurentiis li ha acquistati e quanto valgono oggi? Non c'è paragone. Il prezzo del trio delle meraviglie sale di giorno in giorno. Ed è significativo vederlo lievitare con il lievitare delle prestazioni della squadra.

Ma se il Napoli è terzo alle spalle di big quali il Milan e l'Inter, se guarda dall'alto verso il basso altri squadroni come la Juventus, la Roma, il merito non è solo della società che ha fatto seri investimenti e dei calciatori che finalizzano il lavoro iniziale. Il merito, una buona parte di questo merito è anche di Walter Mazzarri.
Quando arrivò, poco più di un anno fa, trovò il Napoli relegato nei bassifondi della classifica, trovò una squadra demotivata che faticava a ritrovarsi, a capire l'ex-allenatore, a fare risultati, ad avere un gioco e un'anima.

Mazzarri diede sùbito un'anima a quel gruppo. A seguire anche gioco e risultati. I fatti depongono totalmente a suo favore. Nella passata stagione ed in quella in corso che sta facendo sognare un po' tutti. Lui non si sbilancia sull'obiettivo da centrare. Perchè? Alcuni di quelli che oggi lo osannano sono gli stessi che hanno criticato lui ("Sa giocare in un solo modo..", "Non vuole tanti big in squadra perchè non sa gestirli") e gli azzurri in avvio di torneo e durante lo svolgimento dello stesso.

Ecco perchè fa bene Mazzarri a lavorare e a lasciar parlare gli altri. Quelli che sono pronti a salire sul carro del vincitore, quelli che hanno la maglia rosa e le mutande bianconere, quelli che, frustrati dentro e fuori, si arrampicano sugli specchi per cercare di trovare il modo di criticare, quelli che di mestiere sono degli quaquaraqua, quelli che alzano di proposito l'asticella del traguardo per poi poter parlare di fallimento se non viene centrato il traguardo da loro stabilito.

E pensare che Mazzarri sta facendo funzionare a Napoli il Napoli, ovvero l'unica attività di cui la città può andare orgogliosa in quanto per tantissimi altri aspetti siamo allo sbando totale: disoccupazione, violenza, delinquenza, strade ai limiti della praticabilità, immondizia.. In una sola parola, vivibilità.

Fonte: Vittorio Raio

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©