Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Rally Adriatico, Peugeot-Andreucci: "cinque anni dopo la storia continua "


Rally Adriatico, Peugeot-Andreucci: 'cinque anni dopo la storia continua '
17/05/2013, 12:22

Sarà il Rally dell’Adriatico a segnare il debutto sulla terra della 208 R2 e dei campioni italiani Paolo Andreucci – Anna Andreussi. Gli stessi sterrati marchigiani che nell’aprile 2009 segnarono l’inizio della storia di successi tra il campione toscano ed il Leone. Un rapporto che ha portato Andreucci ad essere il più titolato di sempre nella storia del Tricolore (sette) e Peugeot il marchio estero più titolato in Italia (sei scudetti). Il pilota Paolo Andreucci: « La terra mon amour. Finalmente si corre sul fondo cha amo di più…lo sterrato, l’essenza della nostra disciplina. Amo correre tra polvere, ghiaia e sassi. Faccio fatica ad immaginarmi al volante dentro una macchina da rally senza affrontare le gare di terra. Sebbene siano sempre meno frequenti per la difficoltà di trovare tracciati non asfaltati sulla nostra Penisola, credo siano la palestra ideale per chiunque voglia provare l’ebrezza di praticare il nostro sport. Proprio a questo ho pensato la scorsa settimana allacciando il casco e stringendo le cinture prima di fare i primi chilometri di test sullo sterrato con la 208 R2. Sgrezzare una nuova vettura, trovare il giusto assetto, migliorarla fanno parte del mio lavoro e farlo sullo sterrato, dopo tanti anni di attività, mi dà sempre delle incredibili emozioni. Dopo tanti anni ho riprovato le sensazioni delle due ruote motrici su questo fondo. Rispetto all’asfalto passare dalle quattro a due ti fa sentire maggiormente la minore trazione sia in accelerazione sia in frenata. L’Adriatico è una gara che mi piace molto con un fondo che consente le alte velocità…qui è cominciata la storia recente tra me, Anna, Peugeot e il team Racing Lions…è cominciata con una grande vittoria e mi ricordo ancora l’emozione di essere sul gradino più alto del podio a Numana…il primo dei successi di tutti questi anni ».

La classifica costruttori Campionato Italiano Rally 2013 (dopo due prove)
1. Peugeot 30 punti;
2. Skoda 22;
3. Renault 19;
4. Mitsubishi 8;
5. Citroën 7;
6. Ford 6.

Rally Adriatico – Il programma
Fondo: Sterrato
Percorso totale: 416.12 km
Prove speciali cronometrate: 10 per un totale di 121.44 km

Venerdì 17 maggio (1 prova speciale)
Parco assistenza: Jesi
Cerimonia di partenza: Osimo ore 22.00
PS1: Auximon Racing ore 22.20

Sabato 18 maggio (9 prove speciali)
Parco assistenza: Jesi
PS2: Castelleta1 ore 8.35
Arrivo rally e cerimonia di arrivo – Cingoli ore 18.30

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©