Sport / Vari

Commenta Stampa

Il 2011 dei biancocelesti si apre con il primo successo

Rari Nantes, che rimonta: la Tirrena si arrende


Rari Nantes, che rimonta: la Tirrena si arrende
10/01/2011, 18:01

Rari Nantes Napoli 9
Tirrena 8
(2-3, 3-3, 2-1, 2-1)

Rari Nantes Napoli: Brigante, D’Onofrio, Grimaldi, Maglitto 1, Di Iorio 3, Perna 3, Lepre, D’Antonio, Mottola, Vitri, Salvi, Medugno 2, Granato. All. Marsili E..
Tirrena: Visciola, Gargiullo, Zanella 2, Mina 1, Cardaccio 1, De Rosa, Chiricozzi 1, Castello, Bertini, Zonta, Righetti, Pagliarini 3, Oliviero. All. Accorsi.
Arbitro: Palmieri.

Napoli. Missione compiuta per la Rari Nantes Napoli, che alla Scandone ottiene il primo successo in campionato battendo di misura la Tirrena. La squadra luciana mette a frutto il lavoro svolto durante la sosta natalizia, mostrando una buona condizione atletica che le permette di vincere in rimonta contro un avversario ben preparato sul piano natatorio. Gli ospiti partono meglio, si mantengono in vantaggio fino a metà del secondo quarto (3-4), quando un minibreak targato Maglitto-Perna regala alla Rari il primo vantaggio della partita (5-4). Immediata la reazione della Tirrena, che chiude a metà gara in vantaggio 5-6 per poi allungare in avvio di terzo quarto sul 5-7. Qui la gara cambia. Brigante dà la scossa con un paio di ottime parate, la Rari diventa più aggressiva in difesa e riesce spesso a partire in controfuga. Medugno realizza il gol del 7-7, mentre l’ultimo parziale si apre con un contropiede di Perna che vale il sorpasso rarinantino. A 5’30’’ dalla fine Chiricozzi, in superiorità, riesce a battere Brigante e a firmare l’8-8, ma a un alzo e tiro di Di Iorio riporta avanti i luciani. Sarà il gol decisivo. Nei 3’38’’ restanti, infatti, Brigante diventa insuperabile e la Rari può così festeggiare i primi tre punti della stagione. Ottima la prova del portiere, così come quella del giovane Perna (classe ’92) e del match winner Di Iorio. “Ma voglio fare un plauso a tutto il gruppo – dice un raggiante Elios Marsili a fine gara – anche al secondo portiere Granato che non ha giocato, perché in queste settimane ha lavorato alla grande per questo risultato. Abbiamo giocato da squadra e questo è l’aspetto che più mi rende felice, anche se abbiamo commesso tanti errori. Ma se ti alleni bene e in acqua metti il cuore, alla fine i risultati arrivano. Sono davvero felice, è stata una vittoria meravigliosa”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati