Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il colombiano

Real Madrid su Zuniga ma deve prima piazzare Coentrao


Real Madrid su Zuniga ma deve prima piazzare Coentrao
09/11/2013, 10:10

Dal tira e molla estivo che ha avuto per protagoniste Juventus e Napoli, allo scontro che va profilandosi all'orizzonte tra le grandi di Spagna. Soggetto Camilo Zuniga, l'esterno azzurro con il quale i bianconeri avevano un'intesa sull'ingaggio (4 anni a 10 milioni netti: cifra lievitata con il trascorrere delle settimane), vanificata dall'accordo sul rinnovo di contratto successivamente trovato dal colombiano con il club di Aurelio De Laurentiis (fino al 2018 per 4 milioni annui). Uscito dai radar della Juventus, il calciatore portato in serie A dal Siena è adesso prepotentemente entrato tra gli obiettivi del Barcellona come del Real Madrid. Anche se, in verità, il club catalano già si era messo sulle tracce di Zuniga sul finire dell'estate. Piuttosto recente è invece il sondaggio, trasformatosi rapidamente in almeno un abbozzo di trattativa, da parte del Real Madrid. Deciso a spingere per Zuniga una volta che avrà trovato una soluzione in uscita per Fabio Coentrao. Terzino sinistro portoghese che in Italia piace sia alla stessa Juventus che alla Fiorentina. Altissima la cifra che, stando a quanto si riporta dalla Spagna, la società di Florentino Perez sarebbe disposta a mettere sul piatto per strappare Zuniga al Napoli: 28 milioni di euro. Che, sempre fonti spagnole, suggeriscono che il Real arriverebbe a coprire dalla cessione di Coentrao per 15 milioni più 13 milioni da versare cash al club partenopeo. Intanto l'esterno azzurro, che ovviamente non prenderà parte alla sfida di domani sera allo Juventus Stadium, continua nel programma di recupero dall'infortunio. Operato al ginocchio destro, Zuniga dovrà stare lontano dai campi ancora per un mese. Lo si vedrà in campo a inizio dicembre, in tempo per tornare a mettersi in luce e diventare un obiettivo di mercato, e non solo di Barcellona e Real, magari fin dalla sessione di mercato di gennaio. Lo riporta l'edizione odierna di Tuttosport.

Commenta Stampa
di Luca G. Zanini
Riproduzione riservata ©