Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Reja prova a bloccare il Napoli con il 4-1-4-1


Reja prova a bloccare il Napoli con il 4-1-4-1
01/04/2011, 14:04

FORMELLO - Finalmente la Lazio anti-Napoli. Reja ha rotto gli indugi e nel giorno in cui ritrova gran parte del proprio organico scopre le carte che ha intenzione di giocarsi domenica all'ora di pranzo contro la squadra di Mazzarri. L'idea balenatagli in mente qualche giorno fa di tornare all'antico 3-5-2 è definitivamente naufragata, così come quella di disporre delle qualità di Hernanes per porre rimedio all'emergenza che si è venuta a creare in cabina di regia con le squalifiche di Ledesma e Matuzalem. A propria disposizione non ci sono altri registi di ruolo, tanto vale, allora, rivisitare l'atteggiamento tattico, sfruttando a pieno le caratteristiche dei prescelti e forgiando un modulo che ricalca l'idea di gioco che vuole esprimere per ingabbiare e sorprendere i partenopei.

"ATTENDERE E RIPARTIRE" CON IL NUOVO 4-1-4-1: BROCCHI DAVANTI LA DIFESA, MAURI CON HERNANES - "Attendere e ripartire", non sarà l'atteggiamento sognato dai tifosi più esteti, ma è certamente il messaggio lanciato dal tecnico biancoceleste alla squadra per superare l'insidioso ostacolo partenopeo e proseguire la corsa Champions. "Imposteremo la gara così: prima penseremo a fermare le loro offensive, poi dovremo immediatamente proiettarci in avanti, giocando di rimessa". Dalle parole ai fatti, quando nel corso dell'assolato pomeriggio odierno, è andata in scena una vera e propria rifinitura anticipata, in cui è emersa una variante tattica pensata ad hoc per intrappolare le risorse di Mazzarri e per non concedere punti di riferimento in fase di ripartenza. La retroguardia resterà a quattro, ma a proteggerla ci sarà il solo Brocchi, che a turno prenderà in consegna Hamsik e Lavezzi. Lo slovacco e l'argentino, oltre a svariare per tutto il fronte offensivo, amano collocarsi a fasi alterne tra le ultime due linee avversarie, dove ad attenderli troveranno la corsa ed i muscoli dell'ex rossonero. Sulla stessa linea di Brocchi non ci sarà Mauri. Reja, infatti, non ha nessuna intenzione di privarsi degli inserimenti offensivi del brianzolo, che oggi è stato tra i protagonisti delle prove tattiche (difensive ed offensive) mandate in scena dal tecnico goriziano. Né regista, né trequartista, nei pensieri di Zio Edy, il brianzolo dovrebbe affiancare Hernanes in un quartetto di centrocampo (centro-sinistra il primo, centro-destra il brasiliano), completato sulle corsie esterne da Gonzalez e Sculli. L’uruguaiano e l’ex genoano dovranno prodigarsi in un lavoro prettamente di contenimento su Maggio e Dossena, andranno in ausilio dei due esterni bassi in fase di contenimento e fungeranno da cursori in fase di contropiede. Il camaleontico 4-1-4-1 dovrà, poi, essere coronato dai tagli in profondità che Reja ha chiesto a Mauro Zàrate, confermato nel ruolo di prima punta che già all’andata gli permise di scardinare il terzetto difensivo di Mazzarri. A turno dovranno essere Mauri ed Hernanes a supportare l’argentino. Verso la panchina Floccari e Kozak, così come Scaloni, al quale dovrebbe essere preferito il basco Garrido. Stando ai riscontri odierni del campo, sarà nuovamente l’ex Manchester City a fare le veci dell’altro squalificato Radu.

RADU, LEDESMA E ROCCHI PRONTI PER PARMA - Oggi il rumeno, ancora alle prese con la lesione muscolare al polpaccio, ha svolto un lavoro differenziato in acqua; da domani, in assenza di complicanze cliniche, inizierà un lavoro differenziato in campo. L’obiettivo è quello di riportarlo a lavorare con il gruppo a partire dai primi giorni della prossima settimana. Contro il Parma dovrebbe esserci, così come Ledesma (lesione di primo grado al flessore) e Rocchi (reduce da una lesione al collaterale del ginocchio) che stanno proseguendo un lavoro un parte sul terreno di gioco in compagnia del preparato Bianchini. Ancora ai box Diakitè (frattura alla tibia) e Meghni (risentimento muscolare). La ripresa degli allenamenti è prevista per domani alle ore 12: mezz’ora in anticipo rispetto alla già stilata tabella di marcia per consentire a tutto lo staff biancoceleste di prendere parte ai funerali di Bob Lovati, che si svolgeranno alle ore 15 presso la Chiesa “Gran Madre di Dio” a Ponte Milvio.

Fonte: lalaziosiamonoi.it

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©