Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Report gara Motorsannio-Pirelli di Montalto Uffugo (Cs)


Report gara Motorsannio-Pirelli di Montalto Uffugo (Cs)
27/04/2010, 18:04

Sul nuovo e spettacolare toboga di Montalto Uffugo, in provincia di Cosenza, si è disputata la seconda prova del Trofeo Motorsannio-Pirelli, dove gli specialisti della Supermoto si affrontano in gare che hanno un solo comune denominatore: lo spettacolo. Le prove della S1 Open si svolgono sotto la pioggia, e la parte sterrata viene abolita. In gara uno, tempo tre curve e Carmine Matarazzo (nella foto), partito dalla terza piazza, distacca gli avversari. Alle sue spalle il gioco per la piazza d’onore che vede coinvolti Enzo Gnerre e Pietro Cafiero si fa divertente giro dopo giro, con susseguirsi di sorpassi in tutte le curve. Al traguardo arriva per primo Matarazzo, con la “Volpe del Sannio” a spuntarla su Cafiero. La seconda gara è una copia della prima, con Matarazzo a dettare il passo in solitario, e a bissare il successo. Cafiero non riesce a risalire sul podio perché la sua Husquarna lo tradisce sul più bello. Secondo Gnerre, terzo è Michele Giordano. Raffaele Gallo è il pilota che porta a casa la coppa del più bravo della classe S4. Questi nel primo round la spunta di soli nove decimi su Alessandro Abruzzese, mentre nella seconda deve arrendersi agli attacchi di Francesco Frusciante, ed accontentarsi del secondo posto. La S5 fa registrare la doppietta di Loris Mazzeo, bravo nel tenere a bada in entrambe le manche gli attacchi di Luigi Piperno. Nella S6 grazie al secondo posto della prima manche, ed alla vittoria nella seconda, è Michele Iuozzo il vincitore di giornata della categoria. Secondo conclude Roberto Mauta, terzo Vittorio Palermo. La S6 Stock ha in Pasquale Vitillo il suo mattatore, che chiude la giornata con una splendida vittoria, ed un secondo posto. Domenica 16 maggio la carovana del Motorsannio-Pirelli farà tappa sul “Circuito del Volturno” di Limatola, nel beneventano per la terza prova in programma, un appuntamento da non perdere per chi vuole assistere a delle gare tirate e dall’esito imprevedibile.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©