Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

ARRIVANO LAZIO E CITY

Repubblica: "Mazzarri prepara un Super Napoli"


Repubblica: 'Mazzarri prepara un Super Napoli'
17/11/2011, 12:11

Allenatore in campo, motivatore fuori: Walter Mazzarri vuole un super Napoli e le sta provando tutte per tirare a lucido la sua squadra, alla vigilia delle due sfide della verità contro la Lazio e il Manchester City. Castel Volturno è un bunker: sorvegliato a vista da vigilanti e body guard. Col ritorno dei primi cinque nazionali, Cavani, De Sanctis, Maggio, Dzemaili e Inler, il lavoro del tecnico è entrato nel vivo ieri pomeriggio, in attesa che oggi s’aggreghino al gruppo anche Lavezzi, Zuniga e Fernandez. Ma in casa azzurra la concentrazione è già ai massimi livelli. Le prime esercitazioni tattiche, con Pandev nel ruolo di controfigura del Pocho, lasciano presagire un’importante decisione: la rinuncia pressoché certa al turnover. Tocca ai titolarissimi. La stagione è a un bivio decisivo. Mazzarri è il primo a saperlo e non lascerà niente di intentato, per presentare in campo il migliore Napoli possibile.
L’allenatore ha cominciato ieri una serie di colloqui personalizzati con tutti i giocatori, invitandoli a tirare fuori il meglio di sé stessi nelle due partite in arrivo. Del Manchester City, per la verità, lo psicologo Walter pretende che si riparli da domenica mattina, quando la sfida al vertice contro la Lazio sarà andata in archivio. Mettere da parte la Champions League, però, è un esercizio che richiede parecchia buona volontà e ha poche possibilità di successo. Non basta dire che il campionato deve avere la priorità, infatti, come si è sforzato di puntualizzare pure il presidente De Laurentiis. Gli azzurri sanno bene che i prossimi 90’ decideranno la loro sorte in Europa. Le ombre di Dzeko, Aguero e Balotelli («Se viene da noi, mi piacerebbe giocare insieme a Mario... », ha detto Cavani dopo Italia- Uruguay) si allungano già sul San Paolo. E Castel Volturno. Non manca, dunque, il lavoro per lo psicologo Mazzarri. Guai se il Napoli non affronterà con la guardia alta la Lazio di Klose e Cissè, che arriva a Fuorigrotta da prima in classifica. «Dobbiamo concentrarci solamente sull’anticipo di campionato: contro Reja sarà durissima», ha detto ieri Walter Gargano, mostrando di aver imparato bene la lezione. L’uruguaiano è pronto al rientro, dopo l’infortunio che gli ha fatto saltare Catania e Bayern. «Almeno ho avuto la possibilità di guarire e prepararmi al meglio, come tutti i miei compagni rimasti a Castel Volturno. Speriamo che anche gli otto nazionali ritornino tra di noi in buone condizioni di forma». Cavani, Maggio, Inler e De Sanctis hanno già dato ieri le prime risposte a Mazzarri, sul campo. Ma l’allenatore ne aspetta anche altre nei prossimi colloqui personalizzati. Mancano all’appello due titolarissimi: Lavezzi e Zuniga, sotto osservazione da oggi. Al tecnico-motivatore rimane poco tempo per preparare un super Napoli. Dopodomani sera la parola passa al campo.
FONTE: REPUBBLICA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©