Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

5 GARE DECISIVE

Repubblica: "Napoli, ecco il momento dei verdetti"


Repubblica: 'Napoli, ecco il momento dei verdetti'
07/03/2012, 11:03

Questa volta è un tour de force decisivo: cinque partite in sedici giorni — dal 9 al 25 marzo — tra campionato, Champions League e Coppa Italia. Per il Napoli di Mazzarri, ancora in corsa su tutti i fronti, è arrivato il momento dei primi verdetti. Entro la fine del mese, in un senso o nell’altro, la lunga stagione degli azzurri prenderà infatti una direzione ben definita e sarà già possibile stilare un bilancio parziale. I risultati, per ora, sono stati nel complesso molto positivi e probabilmente al di sopra delle aspettative, specialmente nelle Coppe. Ma serve un ulteriore sforzo per ultimare l’opera e renderla un capolavoro. I grandi obiettivi alla portata del Napoli sono tre: il terzo posto in campionato, l’entrata tra le migliori 8 d’Europa in Champions e la qualificazione per la finalissima della Coppa Italia. Di mezzo, però, c’è il ciclo terribile che inizia dopodomani e si concluderà a fine mese, tenendo sotto pressione oltre alla squadra pure i tifosi. Cagliari, Chelsea, Udinese, Siena e Catania in 16 giorni: è questo il “menù” riservato dal calendario ai giocatori di Mazzarri. Le sfide di Champions contro il Chelsea (14 marzo) e di Coppa Italia contro il Siena (21 marzo) saranno decisive. Ma anche le tre partite di campionato che attendono il Napoli valgono parecchio e devono essere prese sul serio. Mazzarri è stato chiaro con i suoi giocatori. «Adesso bisogna pensare solo al Cagliari: siamo arrivati fin qui tenendo fede al nostro motto, che è quello di non fare mai calcoli e di giocare una finale alla volta», ha ripetuto fino alla noia l’allenatore, pur sapendo che non sarà facile scacciare il pensiero della trasferta di mercoledì prossimo in Inghilterra. Dopodomani sera, al San Paolo, avranno di fronte Thiago Ribeiro, non Drogba. E sarebbe un delitto vanificare in 90’, per deconcentrazione, tutti gli sforzi fatti per risalire in classifica con i 4 successi consecutivi. Con il Cagliari può arrivare il quinto: primato assoluto per l’era di Mazzarri, che sta tenendo sotto pressione tutto il gruppo negli allenamenti di Castel Volturno. Per la sfida di dopodomani sera è pronto un mini turnover, con il rientro di Aronica, Zuniga e Inler tra i titolari. Ma potrebbe esserci pure qualche altra staffetta: in preallarme soprattutto Fernandez e Pandev. Il Chelsea è dietro l’angolo e il ciclo di ferro impone al tecnico di dosare al meglio le forze a sua disposizione. Spera d’avere una chance anche Vargas, che non pensa di andare via dal Napoli e ha sorriso sulle voci che circolano in Cile, a proposito di un suo ipotetico “mal di pancia”. Nel Napoli, adesso più che mai, non c’è spazio per le tensioni e le esigenze dei singoli. Dietro l’angolo ci sono i sedici giorni della verità, in cui la stagione azzurra può prendere una piega davvero trionfale. Mazzarri terrà d’occhio il recupero di Grava e Britos per avere più alternative anche in difesa. Ma conta molto sulla spinta del San Paolo: col Cagliari, venerdì, la prima finale è in casa.
FONTE: REPUBBLICA
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©