Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

SI VA VERSO IL PIENONE

Repubblica: Napoli-Bayern, incasso da record...


Repubblica: Napoli-Bayern, incasso da record...
13/10/2011, 09:10

Un’attesa giustificata dai numeri, perché il Napoli si prepara a giocare due volte per il primato in classifica. Dopodomani sera, battendo il Parma al San Paolo, gli azzurri hanno la possibilità di isolarsi al vertice della serie A, aspettando la risposta domenicale delle attuali capoliste: Juventus e Udinese. Ma vale ancora di più la supersfida di martedì sera contro il Bayern Monaco, sempre a Fuorigrotta. In caso di successo, oltre al clamoroso sorpasso sulla corazzata tedesca in testa al girone A della Champions League, la squadra di Walter Mazzarri metterebbe infatti una ipoteca molto concreta — e imprevista — sul suo ingresso negli ottavi di finale.
Non stupisce, dunque, che all’alba di ieri ci fossero migliaia di tifosi in fila ai botteghini del San Paolo (alle 5 del mattino) e delle rivendite autorizzate. A ruba soprattutto i biglietti di curva per la sfida con il Bayern, che farà crollare quasi sicuramente il primato assoluto di incasso allo stadio di Fuorigrotta: oltre 2 milioni. Non c’è ancora il tutto esaurito, ma il traguardo dei 50 mila spettatori paganti è già stato superato di slancio e per martedì sera restano a disposizione solamente le ultime scorte di tagliandi per i settori più costosi. Destinate, comunque, a essere vendute anche quelle.
L’entusiasmo è alle stelle, soprattutto da parte di chi è riuscito a mettere le mani sugli ambitissimi biglietti. Ma fioccano pure le denunce di numerosi tifosi azzurri, che raccontano di essere stati beffati nonostante le lunghe ore (nove, in alcuni casi) trascorse in coda ai botteghini. Più volte, raccontano, il divieto di vendere più di un tagliando per persona sarebbe stato ignorato. Per la partita con il Bayern, ovviamente.
Più serena la prevendita per il Parma. Anche dopodomani sera, però, saranno come minimo in 40 mila. Il San Paolo è pronto a scendere in campo. E ieri a Fuorigrotta si è bloccato pure il traffico, per la caccia al biglietto.
Ma l’euforia per il Napoli dilaga in tutta la città. In duecento, ieri pomeriggio, hanno coccolato a piazza dei Martiri Walter Mazzarri, ospite alla libreria Feltrinelli. «Con i tifosi ho un rapporto speciale, mi sembra di essere nato qui», ha ringraziato l’allenatore, raccontando il suo rapporto sempre più stretto coi napoletani. «C’è feeling, è vero. La gente ha compreso e apprezza lo spirito della nostra squadra. Qualche volta si può pure perdere, però lottiamo e non molliamo mai. Questo gruppo ha un cuore, in campo diamo sempre tutto». Mazzarri si è concesso pure un paragone con il passato. «Il mio Napoli, come spirito, assomiglia molto a quello di Vinicio. Anche noi inseguiamo la vittoria attraverso il gioco». Alla supersquadra dei due scudetti, invece, l’allenatore ha detto di non voler rubare nessuno. «Farei un torto alla mia. Ovvio che mi piacerebbe avere Diego. Magari prendo Careca...». Infine la rivalità con la Juve. «L’ho avvertito subito: è una sfida che si vive come rivalsa sociale».
FONTE: REPUBBLICA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©