Sport / Vari

Commenta Stampa

Rimini, Campionato italiano offshore classe 3000

Verso la conferma del titolo tricolore

Rimini, Campionato italiano offshore classe 3000
28/06/2013, 15:37

A Bellaria Igea Marina per difendere la leadership del campionato italiano offshore classe 3000. Riprende domanica 30 giugno l’avventura tricolore del “Sorbino offshore racing”, l’imbarcazione condotta dai fratelli Diego e Ettore Testa, capaci nelle prime due prove ad Acciaroli e Jesolo di conquistare rispettivamente un primo e un secondo posto. Piazzamenti che permettono ora ai rappresentanti del circolo Canottieri Napoli di guidare la classifica generale con 27 punti, quattro in più dello scafo guidato da Alessandro Barone e Dario Garofalo e sette su quello che vede a bordo Roberto Amadi e Davide Matteo Maschietto.
Sorbino offshore racing punta ancora una volta a salire sul podio: risultato che Diego e Ettore Testa hanno centrato otto volte nelle ultime otto uscite (sei vittorie, un secondo e un terzo posto). Un record importante per lo scafo che conta sul sostegno di altri due importanti partner: Antonio&Antonio e Gusto&Gusto.
Per il team del circolo Canottieri Napoli la tappa di Bellaria è quindi di fondamentale importanza per puntare alla conferma del titolo italiano conquistato lo scorso anno: “Affrontiamo la prova di domenica – afferma Diego Testa – con la speranza di portare a casa il massimo risultato, in maniera da consolidare la vetta della classifica assoluta. La tappa di Bellaria Igea Marina, infatti, è l’ultima prima della pausa estiva, in vista della ripresa a settembre con la prova in programma a San Felice Circeo prima del mondiale di metà settembre a Napoli, organizzato dal Canottieri Napoli”.
In questi giorni i fratelli Testa hanno provato anche nuove soluzioni per migliorare l’aerodinamica. A cominciare da un “cilindretto” posto alla fine dello scafo e che potrebbe regalare qualche chilometro all’ora in più nella velocità media utile a primeggiare: “I primi riscontri ci sono apparsi positivi – conclude Diego Testa – e siamo moderatamente fiduciosi in vista della prova in terra riminese”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©