Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Rinaudo: "Servono sentenze esemplari"


Rinaudo: 'Servono sentenze esemplari'
28/05/2012, 14:05

A Radio Crc è intervenuto Leadro Rinaudo, calciatore del Napoli: “Il Napoli ha disputato una stagione straordinaria che si è conclusa con la vittoria di un trofeo. Mi piace vedere come è cresciuta la squadra e la società. Calcioscommesse? Ho avuto modo di parlare con alcuni dei miei colleghi e dico che le società possono essere ritenute responsabili solo quando si è in ritiro e quando si gioca ma poi ogni tesserato ha una vita privata che le società non possono controllare. È giusto che i giocatori paghino ad alto prezzo gli errori commessi. Per giocare ad alti livelli bisogna fare tanti sacrifici, ma una volta arrivati, diciamoci la verità, ogni tesserato è ricompensato e quindi ben pagato. Perdersi per certe cose credo sia una mancanza di rispetto prima di tutto per sé stessi e poi per la gente che la mattina va a lavorare e lo fa per una giornata intera. Devo dire anche che spesso sono venuti fuori dai giornali e quindi tirati in ballo calciatori che nulla avevano a che vedere con questa storia del calcioscommesse. La stima che provo per Napoli è immensa. Ho sempre svolto il mio lavoro con professionalità. Mi farebbe piacere restare nel Napoli ma questo non dipende solo da me. Napoli è Napoli. Se gli azzurri non avessero disputato la Champions, sarebbero arrivati nelle prime tre posizioni. Disputare per la prima volta la Champions porta via energie. Ma vincere la coppa Italia è comunque una grande soddisfazione. Penso che la società partenopea sia sempre in crescita a prescindere dai giocatori o calciatori che andranno via. Nella finale di coppa Italia ho fatto il tifo per il Napoli, nonostante abbia vestito anche la casacca bianconera. La società ha raggiunto un grande obiettivo e io ho gioito nel veder vincere il Napoli".

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©